Essere pronti a fare uno screening su base nazionale della popolazione di pazienti a rischio di evoluzione verso l’Alzheimer, al fine di ottimizzare la distribuzione dei nuovi farmaci, circa 50 attualmente allo studio.

Con lo scopo anche di evitare di esporre al trattamento e alle potenziali correlate reazioni avverse pazienti che non ne trarrebbero giovamento e garantendo, quindi, la sostenibilità del sistema. E’ l’obiettivo del progetto Interceptor presentato oggi a Roma al ministero della Salute, finanziato con 3,9 milioni di euro e che coinvolgerà 400 pazienti con lievi deficit cognitivi, sui quali saranno valutati 7 biomarcatori, per capire quali sono in grado di selezionare con maggiore precisione l’evoluzione della malattia a 3 anni dalla diagnosi….Leggi l’articolo su ADNKRONOS: www.adnkronos.com/salute/farmaceutica/2017/12/06/alzheimer-farmaci-allo-studio_naoUbBv1OBpN8KIkVkkF8I.html