La malattia di Alzheimer si può trasmettere col sangue, o tramite le attrezzature chirurgiche? Il sospetto c’era già tra gli studiosi, ma ora è stato pubblicato su ‘Molecolar Psychiatry’ il primo studio, pur su modello animale, che ha restituito un’evidenza scientifica relativa a tale possibilità: in particolare, è la proteina beta-amiloide che si trasmetterebbe, secondo quanto verificato sui topi, attraverso lo scambio di sangue cui sono stati sottoposti i roditori dal team della University of British Columbia di Vancouver.

E’ noto da tempo che malattie da prioni come la Creutzfeldt-Jakob (o la ‘mucca pazza’) possono diffondersi attraverso proteine circolanti nel sangue (da qui l’emergenza alimentare di alcuni anni fa sul consumo di carne rossa). Anche l’Alzheimer coinvolge una proteina, appunto la beta-amiloide, che si accumula in placche nel cervello delle persone malate, anche se non è ancora chiaro se siano le placche a creare la patologia o se esse ne siano solo un sintomo. Studi precedenti avevano già raccolto evidenze secondo cui la proteina beta-amiloide può diffondersi esattamente come i prioni….Leggi l’articolo su ADNKRONOS: www.adnkronos.com/salute/medicina/2017/11/06/alzheimer-infettivo-potrebbe-trasmettersi-col-sangue_E1JwtosXD25F8VnZTPsSJI.html