Composizione diversa tra pazienti, persone a rischio e sane (ANSA)

Verso un test della saliva per diagnosticare l’Alzheimer precocemente o anche solo il rischio di ammalarsi in futuro: è la suggestiva possibilità offerta da uno studio pilota che dimostra come nella saliva dei pazienti e delle persone più a rischio di demenza siano presenti alcune particolari molecole che sono invece assenti o comunque in quantità inferiore nella saliva di soggetti sani di controllo.
La ricerca è stata pubblicata sul Journal of Alzheimer’s Disease e condotta presso il Beaumont Research Institute, part of Beaumont Health nel Michigan…continua su: www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/salute_65plus/medicina/2017/05/19/alzheimer-verso-un-test-della-saliva-per-diagnosi-precoce_1a59d3a7-a225-4d53-aaaa-91185cc74491.html