Il futuro della medicina e dell’invecchiamento, Firenze 29 e 30 settembre, iniziative per cittadini e operatori: il programma https://goo.gl/5oX9QH , per partecipare https://goo.gl/cru37w

Francesco Neri è un cervello fuggito. E ha vinto un prestigioso premio tedesco nel campo della ricerca sulle staminali. Così ci racconta le frontiere dell’epigenetica.

E’ nato in provincia di Grosseto, ha 36 anni e dirige un gruppo di ricerca sull’epigenetica e l’invecchiamento al Fritz Lipmann Institute di Jena in Germania. Ed ha appena vinto il premio GSCN 2017 Young Investigator Award, un riconoscimento alla carriera conferito dal German Stem Cell Network, la rete tedesca di scienziati che si occupa di cellule staminali.

In Italia, nel 2014 ha ottenuto il Niccolò Copernico Award, per la miglior ricerca pubblicata da un ricercatore con meno di 35 anni e nel 2016 è stato l’unico italiano a ricevere il prestigioso Sofia Kovaleskaya Award. Il ricercatore ha utilizzato quest’ultimo premio, una somma di 1.6 milioni di euro, per creare il gruppo da lui diretto, all’Istituto di Jena, dove si interessa di epigenetica e invecchiamento, con una particolare attenzione allo sviluppo dei tumori.

Leggi l’intero articolo su La Repubblica: www.repubblica.it/salute/ricerca/2017/08/23/news/epigenetica_staminali_e_tumori_una_storia_italiana-173684772/