La malaria è una malattia che non risparmia i Paesi sviluppati: il “serbatoio” sono le persone infette, che possono anche non manifestare sintomi, e il veicolo di trasmissione è la zanzara anofele, presente anche in Italia.

La malaria, la più diffusa tra tutte le parassitosi, è provocata da parassiti protozoi del genere Plasmodium (il plasmodio), in particolare P. falciparumP. vivaxP. ovale e P. malariae. Il quadro clinico è quello di una malattia febbrile acuta di gravità diversa e la diagnosi di specie è particolarmente importante sia perché è possibile l’infezione da protozoi differenti, sia perché l’infezione da Plasmodium falciparum è estremamente pericolosa, in particolare per soggetti deboli o debilitati…leggi l’articolo su FOCUS: http://www.focus.it/scienza/salute/malaria-zanzara-anofele-che-cose-e-come-funziona