Pinto (Aiom), oggi è più ‘dolce’, non credere a pseudoscienza (ANSA)

L’87% degli italiani sa cos’è la chemioterapia, ma al 68% questi farmaci contro il cancro fanno ancora paura e il 78% ignora che oggi sono più “dolci” rispetto al passato perché più efficaci e meno tossici. È la fotografia del livello di conoscenza di una delle principali armi contro il cancro scattata dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) in un sondaggio che ha coinvolto 1.010 cittadini.
E per far capire come la cura farmacologica contro i tumori sia cambiata la società scientifica ha realizzato il libro ‘Chemioterapia 100 domande 100 risposte’, disponibile sul sito www.aiom.it. Il progetto è realizzato con il contributo non condizionato di Sanofi Genzyme. La chemioterapia “è ancora oggi arma fondamentale da non trascurare – sottolinea Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM -. Questo libro vuole essere una guida per tutti i cittadini per comprendere a fondo la terapia che in più di 70 anni ha rappresentato il cardine della lotta ai tumori e che è ancora insostituibile nella cura della maggioranza delle neoplasie. Negli anni sono state diffuse mistificazioni prive di fondamento per screditarne l’efficacia e allontanare i pazienti….leggi l’intero articolo su Ansa: www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2017/07/13/chemioterapia-spaventa-68-italiani-ma-e-arma-fondamentale_7bf34266-6e43-4c2b-b9d3-a939428a450d.html