Bastano quattordici giorni di inattività per portare a cambiamenti che aumentano il rischio di malattie croniche, come il diabete (ANSA).

Uno studio, condotto dall’Universita’ di Liverpool, ha riguardato 28 persone sane e fisicamente attive, con una media giornaliera di 10mila passi al giorno e un’età media di 25 anni. Dopo due settimane di inattività, sono stati osservati cambiamenti significativi nella composizione del corpo, inclusa la perdita della massa muscolare scheletrica e l’aumento del grasso corporeo totale.

L’accumulo di grasso tendeva a localizzarsi al centro del corpo, un fattore di rischio importante per lo sviluppo di malattie croniche. Nel complesso, i livelli di forma cardio-respiratoria sono diminuiti notevolmente e i partecipanti non sono stati in grado di correre a lungo o con la stessa intensità di prima….Leggi l’intero articolo su ANSA: www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2017/05/17/con-due-settimane-di-inattivita-piu-rischio-malattie-croniche_26137285-268f-47e1-8093-5c2e86cea362.html