La salute delle donne nell’età fertile a Firenze, 29 e 30 settembre https://goo.gl/mkpFk8 per la partecipazione https://goo.gl/DHwQGi

Una nuova analisi su circa 50.000 donne ha individuato sei regioni del genoma responsabili del rischio di un parto prematuro, che rappresenta tuttora un grave problema sanitario in tutto il mondo. Le informazioni ricavate potrebbero essere utili per mettere in atto nuove strategie preventive, alcune delle quali semplici e a basso costo, come il ricorso a supplementi dietetici di selenio.

Sei regioni genomiche influenzano la durata della gravidanza e il momento del parto: è quanto è emerso dallo studio condotto da Louis Muglia del Cincinnati Children’s Hospital e colleghi di una collaborazione internazionale, e illustrato sulle pagine del “New England Journal of Medicine”.
Lo studio, che ha riguardato più di 50.000 donne, potrebbe avere importanti conseguenze per la prevenzione delle nascite pretermine e le complicanze correlate.
I parti prematuri – cioè le nascite che avvengono prima della 37° settimana di gravidanza – rappresentano tuttora un importante problema di sanità pubblica in tutto il mondo: si stima infatti che siano la principale causa di morte tra i bambini di età inferiore a cinque anni…..Leggi l’articolo su LE SCIENZE: www.lescienze.it/news/2017/09/08/news/regioni_genomiche_nascita_pretermine-3656600/