Responsabile scientifico
Gianni Amunni – Direttore operativo Istituto Toscano Tumori

ISCRIZIONE

Quali sono oggi le possibilità di prevenire e sconfiggere i tumori? A che punto è la ricerca mondiale e dove si sta orientando? Quali sono le eccellenze italiane nella cura dei tumori? Quali sono i costi umani, sociali ed economici del cancro?
Ore 9.30 – 10.30
IL FUTURO SENZA CANCRO: LE NUOVE PROSPETTIVE DELLE CURE ONCOLOGICHE
Lecture di Michele Maio – Responsabile UOC Immunoterapia Oncologica, AOU Siena
Ore 10.30 – 11.30
Tavola rotonda
LE NUOVE FRONTIERE IN ONCOLOGIA
Modera
Mauro Boldrini – Direttore comunicazione AIOM

Intervengono
Gianni Amunni – Direttore Operativo Istituto Toscano Tumori
Germana Bersani – Ex Farmacista dirigente Laboratorio Nutrizione Parenterale, Policlinico Sant’Orsola Malpighi, Bologna
Andrea Coratti – Direttore Chirurgia Oncologica a indirizzo Robotic-Dipartimento di Oncologia AOU Careggi, Firenze
Tiberio Corona – Responsabile di settore Politiche del Farmaco e Appropriatezza, Regione Toscana
Francesco Di Costanzo – Direttore Oncologia Medica Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi, Presidente Federation of Italian Cooperative Oncology Group FICOG
Icro Meattini – Dirigente Medico Radioterapia Oncologica AOU Careggi Firenze

Ore 11.30 – 13.00
ESPERIENZE, PROGETTI E STRATEGIE PER LA LOTTA AL CANCRO
Modera Gianni Amunni – Direttore Operativo Istituto Toscano Tumori

Intervengono
ISPO Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologia Toscana ITT Istituto Toscano Tumori
Giuseppe CugnoIRCCS CROB
Laura Del CampoResponsabile Affari Generali FAVO Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia
Roberto GasparriVice Direttore Chirurgia Toracica IEO
Stefano GiordaniOncologia Territoriale AUSL Bologna Area Ovest , Direttore Scientifico Associazione Onconauti
Raffaella PannutiPresidente Fondazione ANT
Francesco SchittulliPresidente Nazionale LILT
Gianluigi TavernaResponsabile U.O. Urologia Humanitas Mater Domini (Castellanza – VA)

con la partecipazione di:
Alberto Germani Maggior Generale Comandante di Sanita’ e Veterinaria Esercito Italiano

Ore 15.00 – 16.30
BREVI INCONTRI PER I CITTADINI DOMANDE E RISPOSTE
A cura di ISPO e ITT
Intervengono
Domenico Palli – Direttore SC Epidemiologia dei Fattori di Rischio e degli Stili di Vita Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica – ISPO
Giovanna Masala – Dirigente medico S.C. Epidemiologia dei Fattori di Rischio e degli Stili di Vita Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica – ISPO
Calogero Saieva – Dirigente Medico SC Epidemiologia dei Fattori di Rischio e degli Stili di vita- Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica – ISPO
Paola Mantellini – Direttore S.C. Prevenzione Secondaria Screening Responsabile Centro di Riferimento Regionale per la Prevenzione Oncologica – CRRPO Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica – ISPO
Alessandra Chiarugi – Dirigente Medico Servizio Diagnosi del Melanoma Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica – ISPO
Paolo Nardini – Clinical Risk Manager dell’Istituto per lo Studio e la prevenzione Oncologica di Firenze ISPO

• Come prevenire il cancro? L’importanza dell’alimentazione e di stili di vita sani
• Alcol? No grazie – La relazione tra il consumo di bevande acoliche e l’insorgenza di tumori
• Trovare il tumore prima possibile: l’importanza degli screening
• Sole naturale e sole arificiale: fa veramente bene?

Ore 16.30 – 16.50
TUMORE ALLA PROSTATA: RICERCA E SPERIMENTAZIONE
Uno studio condotto dal Centro di Patologia Prostatica di Humanitas, condotto in collaborazione con il Centro Militare Veterinario di Grosseto (Cemivet) e patrocinato dallo Stato Maggiore della Difesa, ha in effetti rilevato che cani ben addestrati, possono essere in grado di riconoscere un tumore della prostata grazie all’urina dei malati, che assume un odore particolare, diverso da quello normale, che può essere percepito da questi animali, dotati notoriamente di un fiuto eccezionale.
A cura di
Gianluigi Taverna – Responsabile U.O. Urologia Humanitas Mater Domini (Castellanza – VA)
Colonnello Lorenzo Tidu – Responsabile veterinario dello studio presso il Cemivet di Grosseto

Ore 17.00 – 17.30
RITORNO AL BENESSERE DOPO IL TUMORE
A cura dell’Associazione Onconauti È ormai dimostrato scientificamente che, nel percorso di guarigione da un tumore, uno stile di vita salutare e la capacità di gestire lo stress sono armi vincenti, importanti quanto la chemioterapia. Non sono interventi alternativi, ma complementari. Ed infatti, una review pubblicata congiuntamente dal World Cancer Research Fund (WCRF) e dall’American Institute for Cancer Research (AICR), ha raccolto le ricerche scientifiche di alta qualità al livello internazionale sulle correlazioni tra alimentazione, caratteristiche del corpo, attività fisica ed i diversi tipi di cancro. Il metodo di riabilitazione integrata dell’Associazione Gli Onconauti si focalizza sul miglioramento dello stile di vita ed è frutto di una lunga riflessione sugli studi scientifici internazionali. Il programma di riabilitazione dell’Associazione si sviluppa attraverso la pratica piacevole delle tecniche mente-corpo ed insegna ad ogni Onconauta a trovare la propria strada verso la completa guarigione. Il programma che proponiamo è quindi personalizzato, in quanto i tumori e i pazienti sono tutti diversi, e non c’è mai una ricetta buona per tutti.

SABATO 24

Ore 9.10 – 9.30
TUMORE ALLA PROSTATA: RICERCA E SPERIMENTAZIONE
A cura di
Gianluigi Taverna – Responsabile U.O. Urologia Humanitas Mater Domini (Castellanza – VA)
Colonnello Lorenzo Tidu – Responsabile veterinario dello studio presso il Cemivet di Grosseto
Ore 9.30 – 12.00
BREVI INCONTRI PER STUDENTI E TUTTI GLI INTERESSATI
Domande e risposte
A cura di Ispo e Itt
Intervengono
Domenico Palli – Direttore SC Epidemiologia dei Fattori di Rischio e degli Stili di Vita Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica – ISPO
Giovanna Masala – Dirigente medico S.C. Epidemiologia dei Fattori di Rischio e degli Stili di Vita Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica – ISPO
Elisabetta Chellini – Direttore SS Epidemiologia dell’Ambiente e del Lavoro, Responsabile Registro di Mortalità Regionale toscano, Responsabile Centro Operativo toscano dei tumori professionali- Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica – ISPO
Lorenzo Borgognoni – Direttore S.C. Chirurgia Plastica e Ricostruttiva Centro di Riferimento Regionale per il Melanoma Ospedale S.M. Annunziata – Azienda USL Toscana Centro
Nicola Pimpinelli – Professore Associato di Dermatologia, DCMT Università degli Studi Firenze, Direttore SS.CC. Dermatologia, Azienda USL Toscana Centro, Firenze
Silvestro Conticello – Principal Investigator del Core Research Laboratory dell’Istituto Toscano Tumori – AOU Careggi

• Come prevenire il cancro? L’importanza dell’alimentazione e di stili di vita sani • Perché bruciarsi con le sigarette? Il ruolo devastante del fumo
• Sole naturale e sole arificiale: fa veramente bene?
• Cosa c’è dietro l’angolo? I laboratori di ricerca e le moderne scoperte scientifiche

Ore 12.00 – 12.30
SE TI FIUTO…TI AIUTO
A cura di IEO (Istituto Europeo di oncologia)
UNIMI – Dip. di Scienze Veterinarie e Sanità Pubblica
MDDI – Medica Detection Dogs Italia Onlus

Ore 14.00 – 15.00
A cura di ISPO e ITT
Intervengono
Paola Mantellini – Direttore S.C. Prevenzione Secondaria Screening Responsabile Centro di Riferimento Regionale per la Prevenzione Oncologica – CRRPO Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica – ISPO
Teresita Mazzei – Professore Farmacologia Oncologica, Università degli Studi di Firenze Maria Grazia Muraca – Dirigente Medico S.S. Centro di Riabilitazione Oncologica Ce.Ri.On.

• Trovare il tumore prima possibile: l’importanza degli screening
• Uomini & donne: differenze di genere nelle cure oncologiche
• Sconfiggere il cancro si può: la clinica dei guariti

Ore 15.00 – 16.00
WOMEN LIFE LOVE
La malattia come esperienza di vita LILT, Ce.Ri.On, Ispo in collaborazione con Associazione La Finestra presentano il Progetto WOMEN LIFE LOVE.
La malattia come esperienza di vita.
A cura dell’Associazione di Promozione Sociale ARBUS Sarà presente
La cooperativa delle soubrettes protagoniste dello spettacolo Il Mio Corpo un’opera d’arte.
Dal cancro al burlesque, per parlare della loro esperienza.