Si farà il punto sulla digitalizzazione della sanità nelle diverse regioni italiane e su quella delle istituzioni centrali.

AGIPRESS – ROMA – Il Sistema Sanitario italiano per stare al passo con i tempi deve evolvere verso l’incremento dell’innovazione digitale, riconoscendo in essa il principale driver dello sviluppo delle policy sanitarie e della maggiore efficienza dei costi di produzione. Un migliore utilizzo della leva dell’innovazione digitale potrà generare sensibili miglioramenti nella erogazione di servizi sanitari, ottimizzare la percezione della qualità dei servizi da parte degli utenti, nonché essere volano per l’economia delle start up e PMI dell’innovazione digitale in sanità. Ma come fare? Come cambiano i processi di valutazione e acquisto del Software? Che ruolo hanno le Centrali di Committenza e servizi nello scenario dell’aggregazione della domanda di ICT? Come si regolerà il rapporto tra Centrali di committenza e fornitori? A queste e tante altre domande risponderà il “Confronto Nazionale sul Software in Sanità che si svolgerà al Policlinico Gemelli a Roma il 4/5 luglio 2018.

A confronto i Direttori delle Aziende Sanitarie/Ospedaliere, i Responsabili delle Regioni e delle Istituzioni sanitarie centrali, i Direttori dei Centri Acquisto in Sanità, i Direttori Centri Servizio, i Responsabili delle Aziende dell’offerta di innovazione e gli advisor. Si farà il punto sulla digitalizzazione della sanità nelle diverse regioni italianeContinua su AGIPRESS>>