mangiacavalli

Infermieri. Il contributo Ipasvi al tavolo tecnico: “Siamo preparati e competenti ma ancora non valorizzati. Subito formazione specialistica e sviluppo di carriera” – Quotidiano Sanità

“Gli Infermieri italiani sono preparati in tutti gli aspetti sanitari ma manca una reale e coerente spendibilità all’interno delle Strutture sanitarie pubbliche, private e universitarie degli studi effettuati e delle acquisite competenze”. “Attivare quanto prima la formazione13 SET“La formazione  accademica  ha fornito  agli  infermieri  una preparazione  culturale, tecnicaeorganizzativo-gestionale sicuramente elevata che viene riconosciuta  in tutti gli ambiti  in cui gli infermieri operano: assistenza in tutte le sue molteplici espressioni, docenza e ricerca e organizzazione  e  gestione manageriale”.

Ma nonostante tale  diffuso  riconoscimento , si rende ancora ogginecessario delineare una reale e coerente spendibilità all’interno delle Strutture sanitarie pubbliche,private e universitarie degli studi effettuati e delle acquisite competenze; aumentare il reclutamento di infermieri stante il divario  in  negativo  rispetto  alla  media OCSE (90×10.000) promuovendo altresì una loro distribuzione omogenea sull’intero territorio  nazionale; definire formalmente uno sviluppo di carriera correlato agli effettuati percorsi formativi/acquisizione e riconoscimento delle competenze pregresse, così come  anche indicato dal recente D.lgs  n°15/164”. specialistica e prevedere finalmente lo sviluppo di carriera dei professionisti infermieri”continua su: www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=42909