Le malattie autoimmuni, che si manifestano quando il sistema immunitario si attiva in modo anomalo e attacca le cellule sane invece di difenderle da agenti patogeni, colpiscono nell’80% dei casi le donne. Il perché al momento non è del tutto chiaro, anche se alcuni studi suggeriscono che il motivo va cercato nel modo in cui determinati geni sono espressi nel sesso femminile. Quel che è certo è che le malattie autoimmuni sono sempre più in aumento

Ci sono almeno 80 diverse malattie autoimmuni e sebbene una sia diversa dall’altra molte condividono gli stessi sintomi caratteristici come affaticamento, vertigini e febbriciattola. Il segnale tipico è l’infiammazione che può causare arrossamento, dolore e gonfiore . Oltre che con trattamenti farmacologici le malattie autoimmuni si affrontano con una dieta povera di alimenti infiammatori, come quelli ricchi di zuccheri e grassi saturi….Continua su Corriere.it>>