Oltre i razzi riciclabili e le gite su Marte, le auto elettriche e i supertreni, il 45enne vulcanico imprenditore lancia e finanzia una società che punta a potenziare il cervello umano con elementi artificiali (La Repubblica)

NON gli bastano i razzi riutilizzabili di SpaceX con cui rivoluzionerà i viaggi spaziali per diletto e per commercio. Né, a quanto pare, aver messo in piedi quella che per molti è l’azienda più innovativa al mondo, la Tesla delle auto elettriche ad alte prestazioni (la nuova Model 3 arriverà nel 2018), così come Hyperloop, il supertreno da 1.200 km/h: entro il 2018 sarà pronta la prima capsula passeggeri. Elon Musk, vulcanico sudafricano naturalizzato statunitense e già cofondatore di PayPal e della no profit Open AI, vuole di più. Vuole i cyborg. O almeno, qualcosa del genere: potenziare un umano con elementi artificiali, alimentati dalle potenzialità dell’intelligenza artificiale….continua su: www.repubblica.it/tecnologia/2017/03/28/news/neuralink_la_nuova_sfida_di_musk_diventeremo_cyborg_grazie_all_intelligenza_artificiale-161632333/?ref=RHPPRT-BS-I0-C4-P1-S1.4-F4