Collega fino a 10 organi, per sperimentare farmaci

Pronto il primo organismo su chip, per sperimentare nuovi farmaci e scoprire possibili effetti collaterali prima che siano testati sugli esseri umani. Ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit) sono riusciti a realizzarlo in una minuscola piattaforma in grado di connettere i tessuti di 10 organi e di replicarne accuratamente le complesse interazioni. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports.
Quando sviluppano un nuovo farmaco, i ricercatori si basano sulle loro conoscenze della malattia per identificare il bersaglio migliore e realizzare composti adatti allo scopo. I test preliminari sugli animali offrono informazioni sulla sicurezza e l’efficacia delle sostanze, ma potrebbero non rivelare gli effetti collaterali. Inoltre, spesso composti che funzionano negli animali falliscono negli esseri umani. Per ovviare a questi problemi…..Continua su ANSA>>