EX AEQUO ALLA LEOPOLDA: MA I VINCITORI DELL’HACKATHON ON RARE DISEASES SONO STATI IDEE, INNOVAZIONE E PAZIENTI.

RareHackathon: sono unPredictable e SpyHunt i progetti che si sono aggiudicati la vittoria del primo Hackathon per le malattie rare. A consegnare il premio di 5.000 euro, offerto da Shire Italia promotrice dell’iniziativa, è stata Stefania Saccardi,  Assessore alle politiche sociali, allo sport e alla sanità della Regione Toscana.

I cinque gruppi partecipanti, guidati dai relatori Marco Domenico Santambrogio (PoliMi – NECST LAB), Sara Notargiacomo (PoliMi – NECST LAB), Marco Ribola (in sostituzione di Mauro Martinuz per Laba, Libera Accademia di belle arti di Brescia – Master re-Design Medicine) scelti attraverso la direzione scientifica di Hedux.org di Giorgia Rosa Fernanda Zunino e supportati da Alessandro Merletti De Palo di Cooperacy nella gestione di dinamica del lavoro collettivo, dopo un intero giorno e una notte di lavoro hanno presentato i loro progetti alla giuria composta da Stefano Vezzosi (Direttore dipartimento ICT di Estar), Vito Colella (Market Access Manager di Shire), Matilde Leonardi (neurologa presso l’istituto Besta di Milano), e al pubblico presente…Leggi l’intero articolo su:  www.digitalmarketingfarmaceutico.it/rarehackaton/