Staminali presenti nel cervello, in particolari condizioni, possono aggiustare il tessuto cerebrale danneggiato

Nonostante i continui progressi fatti nel trattamento della sclerosi multipla (SM) per rallentarne il decorso, al momento non è stata ancora messa a punto una terapia in grado di aggiustare i danni nelle cellule cerebrali causati dalla malattia.

Infatti, nella SM alcune cellule del sistema immunitario attaccanoper errore e distruggono la mielina, cioè la guaina che riveste gli assoni (i filamenti che collegano i neuroni), compromettendo così la loro funzionalità e provocando gravi problemi neurologici che possono progredire fino alla paralisi.

Negli anni sono stati sviluppati diversi farmaci che riescono a tenere sotto controllo i sintomi della SM, senza però riuscire a curare le lesioni della mielina…..

Leggi l’articolo su Panorama: www.panorama.it/scienza/salute/sclerosi-multipla-studio-italiano-individua-cellule-riparatrici-della-mielina/