Scoperta la proteina che media il danno cerebrale alla base della malattia di Parkinson: si tratta della Sinapsina 3, e la sua modulazione “potrebbe veramente rappresentare una strategia terapeutica innovativa per la cura di questo disordine neurodegenerativo”. E’ quanto sostiene un team di ricercatori dell’università degli Studi di Brescia coordinato da Arianna Bellucci, associato di Farmacologia dell’ateneo bresciano. Tra gli autori del progetto di ricerca, durato più di due anni, figurano anche ricercatori dell’Istituto italiano di tecnologia, dell’Università di Padova e dell’Università di Lund in Svezia….Continua su AdnKronos>>