Potrà anche individuare insorgenza di resistenza alle terapie (ANSA)

Una innovativa biopsia liquida per analizzare le particolari particelle, dette vescicole, rilasciate nel sangue dai tumori, che trasportano le alterazioni molecolari del tessuto tumorale di origine. E’ l’approccio sviluppato nei laboratori dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) da un’equipe coordinata dalla ricercatrice Désirée Bonci e da Ruggero De Maria, ordinario di Patologia Generale alla Università Cattolica. Un nuovo approccio sperimentato finora su pazienti affetti da tumore alla prostata in uno studio pubblicato su Oncogene, e su pazienti colpiti da cancro al polmone e al colon in due altri studi in corso di pubblicazione.
“L’eterogeneità e complessità dei tumori rende molto difficile individuare una terapia unica ed efficace – afferma Bonci -. Inoltre la risposta individuale del paziente ai farmaci è, molte volte, non prevedibile. Ad oggi l’obiettivo assoluto per combattere questo male è procedere, quanto più possibile, ad un trattamento personalizzato”….continua su: www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/medicina/2017/02/13/sviluppata-alliss-nuova-biopsia-liquida-per-diagnosi-tumori_30ef06e3-01ed-4f2b-be13-ccaf390ed573.html