Meno diagnosi al Sud: la dieta mediterranea protegge. Tre casi su 10 causati dal tabacco. Ecco i sintomi a cui prestare attenzione e, se ci si ammala, farsi curare da medici esperti può fare la differenza.

Ancora oggi quello del pancreas è tra i tumori con la prognosi più severa. Aggressivo e quasi sempre letale, resta un nemico difficile da combattere. Tanto più che la malattia, nelle fasi iniziali, non dà sintomi chiari e quando questi compaiono ha ormai cominciato a diffondersi agli organi circostanti e le probabilità che le cure abbiano successo sono poche. Le aspettative di vita aumentano però se si riesce ad avere una diagnosi precoce. E c’è qualcosa che si può fare per non ammalarsi: non fumare, seguire una dieta sana e stare alla larga dai chili di troppo. Questi tre fattori fanno infatti crescere parecchio il rischio di sviluppare la malattia. Purtroppo, invece, negli ultimi 15 anni i casi di cancro al pancreas nel nostro Paese sono aumentati del 59 per cento: le nuove diagnosi annue che nel 2002 erano 8.602, nel 2017 sono circa 13.700.

Tre casi su 10 causati dal tabacco

«È fondamentale migliorare il livello di consapevolezza dei cittadini e delle Istituzioni su questa neoplasia e sull’importanza degli stili di vita sani – ….Leggi l’articolo su Corriere.it: www.corriere.it/salute/sportello_cancro/17_novembre_13/tumore-pancreas-piu-letali-15-anni-aumentati-59percento-colpa-cattive-abitudini-21be5ca0-c88a-11e7-ac74-c84394609e0c.shtml