Un inspiegabile calo di peso, una febbricola che persiste da settimane, un sanguinamento anomalo o una ferita che non si rimargina. Potrebbero essere questi, secondo l’American cancer society, alcuni dei campanelli di allarme di un tumore. Segnali da non sottovalutare, soprattutto se durano a lungo nel tempo o se tendono a peggiorare

Stanchezza cronica

Attenzione alla “fatica” persistente, una insolita spossatezza che non dà tregua e che non passa dopo una bella dormita. Se non è giustificata da attività fisica intensa o da un periodo di stress, merita delle indagini. Potrebbe essere uno dei primi sintomi di un tumore del sangue come la leucemia.

Perdita di peso

Se l’ago della bilancia continua a scendere e non c’è un perché, bussate alla porta del medico. Un calo ponderale di cinque chili o più potrebbe essere uno dei primi segni di cancro a pancreas, stomaco, esofago o polmone. «Ciò accade perché le cellule del tumore consumano molta dell’energia del corpo per svilupparsi», spiega l’American cancer society, «oppure perché rilasciano sostanze in grado di interferire con il metabolismo del cibo».

Continua su: www.corriere.it/salute/sportello_cancro/cards/tumori-dieci-segnali-tenere-d-occhio/stanchezza-cronica_principale.shtml