Un antiossidante ‘ingabbia’ frammenti tossici legati alla demenza (ANSA)

Una sostanza presente nel te’ verde – l’antiossidante chiamato ‘epigallocatechina’ – potrebbe fermare l’Alzheimer, impedendo la formazione delle placche di sostanza beta amiloide che si ritiene giochino un ruolo chiave nella genesi della malattia.
Lo rivela una ricerca di Giuseppe Melacini della McMaster University in Canada, apparsa sul Journal of the American Chemical Society…La sostanza è in grado di ricoprire i frammenti di beta-amiloide impedendo loro di appiccicarsi l’un l’altro per formare le placche tossiche per il cervello…Leggi l’articolo su ANSA: www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/medicina/2017/10/18/un-estratto-del-te-verde-potrebbe-fermare-lalzheimer_29085114-8e96-4c3c-a8a0-d545bbb41719.html