Nuova classe di farmaci interferisce con un gene che fa accumulare quello ‘cattivo’ (ANSA)

Il futuro della lotta al colesterolo sta in una nuova classe di farmaci, gli oligonucleotidi antisenso: sono dei piccoli frammenti di Rna in grado di ‘sabotare’ i geni che causano l’accumulo della forma ‘cattiva’.
Ne hanno discusso gli esperti riuniti per il Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Interna (SIMI). Una iniziezione ogni 4-6 mesi potrebbe essere, se i primissimi test ne confermeranno l’efficacia, la nuova cura potenzialmente alternativa alle statine.
Le sperimentazioni cliniche di fase 2 condotte in Usa e ora iniziate anche in Italia su vari oligonucleotidi antisenso mirati al controllo dei lipidi hanno dimostrato che è possibile ridurre fino al 70% trigliceridi e colesterolo in eccesso con minor costi rispetto agli anticorpi monoclonali e meno effetti collaterali delle statine….Leggi l’articolo su ANSA: www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/diabete/2017/11/02/nuovi-farmaci-sabotano-colesterolo-giu-del-70_10e337fe-b75c-4ef4-bf4f-9b16cff1effc.html