Immuno-oncologia in “Il futuro senza cancro”, Firenze 29 e 30 settembre, un evento per cittadini e operatori: il programma https://goo.gl/z3acnq , per partecipare https://goo.gl/cru37w

Un farmaco immunoterapico aiuta una specifica categoria di malati colpiti da un carcinoma polmonare non a piccole cellule che non si può più operare. Dal congresso oncologico di Madrid risultati che potrebbero cambiare lo standard di cura di questa malattia (La Repubblica).

Ci sono casi di tumore del polmone, circa un terzo, in cui oggi l’unica strada percorribile è quella della chemioterapia e della radioterapia: parliamo del carcinoma non a piccole cellule localmente avanzato (i medici lo definiscono stadio 3), non operabile. Nonostante i trattamenti aggressivi, nella maggior parte dei pazienti la malattia progredisce, spesso velocemente, e soltanto per il 15% dei pazienti la sopravvivenza raggiunge i cinque anni dalla diagnosi. Pubblicato sul New England Journal of Medicine, ora uno studio sembra poter cambiare la storia di molte di queste persone. E a Madrid, al congresso della Società europea di oncologica medica – Esmo 2017, dove sarà presentato nel dettaglio questo pomeriggio, è l’argomento del giorno…Leggi l’articolo su: www.repubblica.it/salute/ricerca/2017/09/09/news/tumore_del_polmone_una_nuova_immunoterapia-174980205/?rss