Antonella Salimbene: «Azzurra morì per una meningite fulminante a 11 anni. Io le ho dato la vita e gliel’ho tolta, perché se l’avessi vaccinata non sarebbe successo»

«Io le ho dato la vita e io gliel’ho tolta. E questo non me lo posso perdonare». Antonella Salimbene di Casalmaiocco, nel Lodigiano, è molto dura con se stessa. La sua primogenita Azzurra è morta il 20 marzo del 2014, sconfitta da una meningite fulminante del ceppo C. Aveva undici anni, la madre era incinta di quattro mesi. «Farò pace con me solo quando la incontrerò di nuovo».
Antonella dà la colpa soltanto a se stessa. Anche se nel decidere di non vaccinare la figlia per quel tipo di meningococco aveva contato il parere della pediatra: «”Non lo faccia”, mi disse, “non l’ho fatto neppure io con i miei”». Da allora non si sono più viste. «Non ce l’ho con lei, penso che abbia dato poca importanza al vaccino semplicemente perché era poco informata. Ma era mio dovere di madre chiedere un altro parere»…continua su: www.corriere.it/salute/16_ottobre_24/antonella-salimbene-fu-pediatra-sconsigliarmi-cosi-ho-perso-mia-figlia-azzurra-a929aa68-9a29-11e6-939e-ec3a0eea054f.shtml