Non esagerare con la soia se si sta cercando di diventare papà. Sostanze come la daidzeina e la genisteina (fitoestrogeni), presenti in prodotti a base di questo legume come latte, yogurt, tofu o miso, influiscono negativamente sulla qualità del liquido seminale e, di conseguenza, sulla capacità riproduttiva. Lo stesso effetto ha il metil-parabene, ‘ingrediente’ di molti prodotti cosmetici. Lo rivela uno studio presentato dal ricercatore della Fondazione Ivi, Francisco Dominguez, e dal suo team al meeting dell’American Society for Reproductive Medicine (Asrm).

Questo studio pilota, che ha coinvolto 25 volontari, ha cercato di analizzare l’influenza di inquinanti ambientali – i cosiddetti ‘interferenti endocrini’ – e altre sostanze che come i fitoestrogeni che incidono con la variazione nel numero dei cromosomi (aneuploidia) o con aberrazioni cromosomiche nel liquido seminale, modificandone la qualità….continua su: www.adnkronos.com/salute/medicina/2016/11/02/voglia-paternita-occhio-alla-soia-peggiora-qualita-del-liquido-seminale_iudAJ9OXrGvyjwpiRWIp3L.html