7ª Edizione | 6/7 ottobre 2022 | Firenze Stazione Leopolda

7ª Edizione

6/7 ottobre 2022

Firenze Stazione Leopolda

Advisory Board

DOVE VA LA SANITÀ ITALIANA

Il Forum Sistema Salute 2022, al termine di due anni di grande emergenza, e alle soglie dell’attuazione dei progetti del PNRR, si interroga su “Dove va la sanità italiana” con l’obiettivo di mettere a fuoco l’approccio e la strategia per puntare a tre importanti traguardi del nostro Servizio Sanitario: una garanzia di sostenibilità nel medio periodo, una maggiore equità di accesso ai servizi per i cittadini, una rapida evoluzione sotto il profilo strutturale, tecnologico e organizzativo.

Il Forum vuole affrontare questi temi con la prospettiva di tutti coloro che, operando nel sistema salute, avvertono e vogliono condividere la responsabilità di perseguire gli obiettivi del PNRR , con concretezza, impegno, e capacità di misurarsi con le nuove sfide.

I due giorni di dibattiti, laboratori e hackathon tematici chiamano a raccolta in primo luogo la comunità degli innovatori e dei “manager del cambiamento”. Dinanzi alla necessità di trasformare profondamente un sistema che pur ha dimostrato di saper reagire alla emergenza pandemica, non ci sono facili ricette e occorre saper trovare nuove soluzioni. Ogni attore, pubblico o privato, politico o manager, professionista o cittadino, è portatore di esperienze, progetti e contributi da mettere in comune, con grande apertura e reciproca fiducia.

Il Forum 2022 diventa così non un mero luogo di enunciazione di punti di vista e scenari possibili sul “cosa” fare, ma un momento di aggregazione sul “come” fare. Le Missioni e i progetti del PNRR, il DM71, le criticità e le potenzialità del nostro SSN sono tutti elementi da cui partire per costruire una “cultura del cambiamento” in cui ci poniamo tutti dalla stessa parte, quella di chi l’innovazione la vuole realizzare condividendo nuove pratiche, idee e competenze.

Per produrre valore occorre costruire comunità che apprendono a disegnare la strada da percorrere insieme.

Il programma del Forum 2022 si sviluppa intorno ai tre temi, già enunciati, che rappresentano traguardi fondamentali per i prossimi anni e che saranno affrontati con l’obiettivo di confrontarsi concretamente su progetti già in essere o nuove soluzioni da mettere in campo.

Il Forum Sistema Salute 2022, al termine di due anni di grande emergenza, e alle soglie dell’attuazione dei progetti del PNRR, si interroga su “Dove va la sanità italiana” con l’obiettivo di mettere a fuoco l’approccio e la strategia per puntare a tre importanti traguardi del nostro Servizio Sanitario: una garanzia di sostenibilità nel medio periodo, una maggiore equità di accesso ai servizi per i cittadini, una rapida evoluzione sotto il profilo strutturale, tecnologico e organizzativo.

Il Forum vuole affrontare questi temi con la prospettiva di tutti coloro che, operando nel sistema salute, avvertono e vogliono condividere la responsabilità di perseguire gli obiettivi del PNRR , con concretezza, impegno, e capacità di misurarsi con le nuove sfide.

I due giorni di dibattiti, laboratori e hackathon tematici chiamano a raccolta in primo luogo la comunità degli innovatori e dei “manager del cambiamento”. Dinanzi alla necessità di trasformare profondamente un sistema che pur ha dimostrato di saper reagire alla emergenza pandemica, non ci sono facili ricette e occorre saper trovare nuove soluzioni. Ogni attore, pubblico o privato, politico o manager, professionista o cittadino, è portatore di esperienze, progetti e contributi da mettere in comune, con grande apertura e reciproca fiducia.

Il Forum 2022 diventa così non un mero luogo di enunciazione di punti di vista e scenari possibili sul “cosa” fare, ma un momento di aggregazione sul “come” fare. Le Missioni e i progetti del PNRR, il DM71, le criticità e le potenzialità del nostro SSN sono tutti elementi da cui partire per costruire una “cultura del cambiamento” in cui ci poniamo tutti dalla stessa parte, quella di chi l’innovazione la vuole realizzare condividendo nuove pratiche, idee e competenze.

Per produrre valore occorre costruire comunità che apprendono a disegnare la strada da percorrere insieme.

Il programma del Forum 2022 si sviluppa intorno ai tre temi, già enunciati, che rappresentano traguardi fondamentali per i prossimi anni e che saranno affrontati con l’obiettivo di confrontarsi concretamente su progetti già in essere o nuove soluzioni da mettere in campo.

EQUITÀ: raggiungere tutti, accompagnare i più fragili

La sfida dell’equità sarà affrontata approfondendo i nuovi modelli di prossimità dell’assistenza nei differenti contesti, mettendo a confronto le sperimentazioni in atto di Centrali Operative Territoriali, le soluzioni tecnologiche già disponibili per semplificare l’accesso ai servizi con la multicanalità e potenziare l’utilizzo della telemedicina, le buone pratiche di integrazione dei percorsi di cura.

L’obiettivo è quello di condividere le soluzioni da mettere in campo per accompagnare e tutelare le persone più fragili o più difficili da raggiungere, ma anche per rendere il Servizio Sanitario più fruibile e omogeno, definendo criteri e metodi con cui “misurare l’equità” e porsi l’obiettivo di ridurre il gap tra i territori.

SOSTENIBILITÀ: risorse, governance, ricambio generazionale

Rendere il Servizio Sanitario più sostenibile ha a che fare con le misure da adottare per programmare e utilizzare al meglio le risorse e rafforzare i meccanismi di governance del sistema. Nel Forum il dibattito si concentrerà su quali interventi sono necessari per garantire un utilizzo appropriato degli investimenti previsti dal PNRR, programmare e finanziare il fabbisogno di spesa corrente e consentire un rapido e progressivo ricambio generazionale.

A trent’anni dal D.Lgs.vo 502/92 che ha introdotto la regionalizzazione e l’aziendalizzazione del SSN, e dinanzi alle scadenze che il nostro Paese deve rispettare per ottenere i fondi UE Next Generation, tutti gli attori istituzionali, operatori economici e finanziari, sindacati, società scientifiche e organizzazioni civiche sono chiamati a confrontarsi sulle scelte necessarie oggi per costruire e rendere sostenibile la Sanità di domani.

EVOLUZIONE: Open Management per co‑progettare il futuro e attuare il PNRR

Per trasformare le nostre strutture sanitarie occorre puntare in modo deciso su processi di innovazione e cambiamento sia sotto il profilo tecnologico che organizzativo e culturale. La prospettiva di una sanità digitale è oggi resa concreta da soluzioni tecnologiche che il mercato è sempre più in grado di produrre, e che devono essere progettate, avviate e gestite insieme alle componenti organizzative, formative e di crescita professionale degli operatori.

Nelle aziende sanitarie acquista un ruolo fondamentale il middle management, vale a dire le figure che gestiscono dal basso e in modo trasversale i processi di innovazione sia sotto il profilo tecnologico (ingegneri clinici, informatici, gestionali, architetti, risk manager) sia sotto il profilo organizzativo (direttori di distretto, di presidio, delle professioni sanitarie, della farmacia, dei dipartimenti di prevenzione).

La spinta al cambiamento apre inoltre un nuovo e fondamentale spazio di collaborazione tra pubblico e privato, uscendo da una vecchia e sterile separazione tra acquirente e fornitore, e facendosi interprete della logica della partnership e della co-produzione di valore per la società.

Per questo il Forum intende essere anche un’importante occasione di dialogo e di apertura (Open) tra il management del servizio sanitario e il management delle imprese della filiera salute, per confrontarsi su nuovi modelli di collaborazione, esperienze in corso e progetti da realizzare e rendere scalabili, con una nuova postura orientata alla creatività e alla capacità di lavorare insieme.

ADVISORY BOARD

Angelo Tanese

Direttore Generale, ASL Roma 1

Angelo Tanese

Angelo Tanese, 55 anni, è laureato in Economia Aziendale presso l’Università Bocconi e specializzato presso l’Institut d’Etudes Politiques (SciencesPo) di Parigi. Dottore di Ricerca in Economia e Gestione delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche.
Dal 2002 al 2005 ha coordinato i Laboratori del Programma Cantieri del Dipartimento della Funzione Pubblica e ricoperto negli ultimi venti anni diversi incarichi dirigenziali. E’ attualmente Direttore Generale della ASL Roma 1.
Ha numerose pubblicazioni sui temi dell’innovazione e del management pubblico e collabora con diversi atenei.
Vice Presidente Nazionale FIASO (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere) e Vice Presidente ACOSI (Associazione Culturale Ospedali Storici Italiani).

Tonino Aceti

Presidente Salutequità, Associazione per la valutazione della qualità delle politiche per la salute

Tonino Aceti

Da sempre al fianco delle Associazioni di cittadini-pazienti nella tutela dei diritti. È Fondatore e Presidente di Salutequità, Organizzazione per la valutazione della qualità delle politiche per la Salute. In prima linea per la partecipazione dei cittadini nel policy making e contro le disuguaglianze. È laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Nel 2013 è inserito tra i 50 Under 35 più promettenti d’Italia dalla Rivista Wired.it. È stato Coordinatore Nazionale del Tribunale per i Diritti del Malato e Responsabile del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC) di Cittadinanzattiva, Portavoce della Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI) e tra i protagonisti del Piano della Cronicità e di quello sulle Liste di Attesa (2019-2021). È componente del Comitato Scientifico Nazionale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT). Con Decreto del Ministero della Salute (ottobre 2021) è nominato componente del “Gruppo di lavoro per l’analisi delle problematiche connesse al recupero delle prestazioni non erogate a causa della pandemia da Sars-Cov- 2”. È iscritto all’Albo degli esperti, dei collaboratori e dei ricercatori di AGENAS.

Elio Borgonovi

Professore Emerito

Elio Borgonovi

Elio Borgonovi, laureato in Economia e Commercio presso l’università Luigi Bocconi è stato docente presso la stessa università e le università di Parma, Trento, Valle D’Aosta e LUM Giuseppe Degennaro.
Dal 1970 ha svolto attività di ricerca e insegnamento in economia aziendale e management applicati alle amministrazioni pubbliche, sistemi di tutela della salute, organizzazioni non profit di terzo settore. Nel 1972 ha avviato presso l’università Bocconi una specializzazione in economia e management delle amministrazioni pubbliche che nel 1993 è diventato un corso di laurea autonomo in “Economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali”.
Nel 1978 ha fondato il CERGAS di cui è stato direttore fino al 2003 e di cui è oggi presidente.
È stato direttore della SDA Bocconi, presidente ASFOR (Associazione Italiana per la Formazione Manageriale), vicepresidente AIDEA (Accademia Italiana di Economia Aziendale), componente del board di EFMD e di EHMA (European Health Management Association).
È componente di numerosi network nazionali e internazionali ed è direttore della rivista MECOSAN (Management ed Economia Sanitaria).
È autore di numerose pubblicazioni su riviste italiane e internazionali su temi di management pubblico, politica e management della salute.

Monica Calamai

Direttrice Generale, AUSL Ferrara

Monica Calamai

Direttrice Generale dell’AUSL di Ferrara, membro del Tavolo tecnico del Ministero della Salute per la valorizzazione professionale delle donne in Sanità e Coordinatrice della Community Donne Protagoniste in Sanità. Promuove l’innovazione digitale come leva per il cambiamento della visione strategica in sanità e l’integrazione ospedale-territorio. È stata Direttrice Generale dell’AUSL di Arezzo, di Livorno e dell’AOU Careggi. Ha ricoperto il ruolo di Coordinatrice dell’Area Vasta Sud Est Toscana e Direttrice Generale della Direzione Diritti di cittadinanza e coesione sociale Regione Toscana.

Nino Cartabellotta

Presidente Fondazione GIMBE

Nino Cartabellotta

Nino Cartabellotta, medico specialista in Gastroenterologia e in Medicina Interna, è presidente della Fondazione GIMBE, che dal 1996 promuove l’integrazione delle migliori evidenze scientifiche in tutte le decisioni politiche, manageriali, professionali che riguardano la salute delle persone. Pioniere italiano dell’Evidence-based Practice (EBP), è oggi riconosciuto tra gli esperti più autorevoli di ricerca e sanità del nostro Paese, grazie a competenze trasversali che interessano tutti i livelli del sistema sanitario. È coordinatore scientifico dei programmi istituzionali della Fondazione GIMBE: #salviamoSSN, finalizzato a salvaguardare un servizio sanitario pubblico, equo e universalistico e GIMBE4young, nato per diffondere la cultura dell’EBP tra i professionisti sanitari del futuro. Cura la pubblicazione del “Rapporto sulla sostenibilità del SSN” e coordina l’Osservatorio GIMBE sul SSN per un monitoraggio continuo e indipendente su responsabilità e azioni di tutti gli stakeholder della sanità con il fine ultimo di usare bene il denaro pubblico e tutelare la salute dei cittadini. È responsabile scientifico di GIMBEducation, il piano formativo della Fondazione GIMBE. Da febbraio 2020 è responsabile scientifico del programma GIMBE di monitoraggio indipendente della pandemia COVID-19 e della campagna vaccinale.

Ilaria Catalano

Amministratore Delegato di Poste Welfare e Responsabile dei Progetti Innovativi in Sanità per il gruppo Poste Italiane

Ilaria Catalano

Forte di una lunga esperienza nei settori dell’Healthcare e della strategia Digitale, del brand e customer engagement, del marketing multicanale e della consulenza, Ilaria Catalano è Amministratore Delegato di Poste Welfare e Responsabile dei Progetti Innovativi in Sanità per il gruppo Poste Italiane.
In vent’anni di carriera ha ricoperto diversi ruoli, sia in Italia che all’estero. In particolare per Merck & Co nel marketing farmaceutico in US e in Finanza a Londra, in MSD Italia nelle Business Operations come Executive Director BO & Digital Strategy.
In Poste si occupa oggi di sviluppare una nuova strategia ed ecosistema digitale per Poste Italiane nella Salute, disegnando ed implementando servizi innovativi digitali per il SSN (PPP sulla Piattaforma Nazionale di Telemedicina, Gare di Sanità Digitale e Logistica Sanitaria ospedaliera), per la Sanità Integrativa e per i cittadini e pazienti.
Laureata in Economia e gestione aziendale alla Luiss, ha conseguito un Master in Executive Healthcare & Pharma Management alla Luiss Business School. È Dottore commercialista, Master Black belt e Change Agent.
Nel 2021 è stata riconosciuta da Inspiring Italy come una tra le 50 donne italiane di maggiore ispirazione nel Tech e nella Scienza. https://italy.inspiringfifty.org/ilaria-catalano
È membro del Gruppo di Lavoro di Confindustria su Scienza della Vita e Ricerca Clinica.
Speaker ad Eventi Nazionali ed Internazionali su Healthcare & Digitale: Frontiers Health, Wired Next Festival, Committee Digital Inclusion- Senate of the Republic, Common House- LUISS, HEC Business School Paris, LUISS Business School, Web Marketing Festival, Italian Communication Forum, EY Digital Summit, Eye for Pharma, etc…

Americo Cicchetti

Professore Ordinario di Organizzazione Aziendale Facoltà di Economia Università Cattolica del Sacro Cuore; Direttore ALTEMS - Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari

Americo Cicchetti

Professor of Healthcare Management at the Faculty of Economics, Università Cattolica del Sacro Cuore, Rome (Italy) and Director of the Advanced School of Health Economics and Management. He is associated partner of the European Network of Health Technology Assessment and Director of Health Technology Assessment International. Associate editor of Frontiers in Medical Technology – Regulatory Affairs and of the International Journal of Health Technology Assessment in Healthcare. He has been member of the Price and Reimbursement Committee of the Italian National Drug Agency (AIFA) from 2009 to 2015. He authored more that 150 papers and 10 books.

Valentino Confalone

Country President di Novartis Italia

Valentino Confalone

Valentino Confalone ha maturato nel corso degli anni una importante esperienza professionale in ambito famaceutico, ricoprendo incarichi di crescente responsabilità in diversi gruppi internazionali, in Italia e all’estero.
A seguito della laura in Economia all’Università Federico II di Napoli e un MBA alla IESE Business School di Barcellona, inizia la sua carriera in Schering-Plough Spagna dove resta per tre anni.
Subito dopo entra in Bristol Myers Squibb dove riveste, per più di dieci anni, vari ruoli manageriali gran parte dei quali in Francia e in Portogallo, paese quest’ultimo nel quale diviene General Manager & President.
Nel 2015 Confalone passa in Dompé Farmaceutici diventando Head of Europe per Dompé Biotech, start up impegnata nello sviluppo e nel lancio di innovative terapie biotecnologiche, per poi approdare in Gilead Sciences come General Manager della filiale italiana dove resta fino alla più recente nomina in Novartis.
È membro del Comitato di Presidenza di Farmindustria – dove è anche Chairman dell’Advanced Therapeutic & Medicinal Products Group – e del Comitato Direttivo di Assobiotec.

Maurizio De Cicco

Presidente e Amministratore Delegato Roche S.p.A.

Maurizio De Cicco

Laureato con lode in Scienze Biologiche presso l’Università di Napoli, nel corso degli anni ha conseguito diversi Master presso l’Università SDA Bocconi di Milano e London Business School di Londra.
La sua carriera nasce nel 1982 come informatore scientifico del farmaco, per poi passare attraverso esperienze di Sales e Marketing ad incarichi di crescente responsabilità, da Operations Director a Business Pharma Director di Roche Italia. Dopo una esperienza a livello internazionale di 8 mesi presso Casa Madre a Basilea, nel 2005 ha assunto l’incarico attuale, rivestendo anche il ruolo di Direttore Generale.
Dopo essere stato membro della Giunta, siede nel Comitato di Presidenza di Farmindustria con il ruolo di Vicepresidente. E’ membro del Comitato di Assobiotec.
Tra i Soci fondatori della “Fondazione Roche” Italia nel 2018, oggi è membro del Consiglio di Amministrazione.
È Rappresentante nel Board della Camera di Commercio Svizzera.

Daniela Delledonne

Vice-President & General Manager BD Biosciences EMEA

Daniela Delledonne

Daniela Delledonne serves as Vice-President & General Manager BD Biosciences EMEA. She joined BD in 2014 and for seven years she was General Manager for Italy & Greece. She is a member of the BD EMEA Leadership Team.
Daniela Delledonne prior to BD worked three years for Hill-Rom as Managing Director in Italy, twelve years for Medtronic leading various business units at country level and leading strategic projects at international level, three years for Sorin Biomedical Cardio as global upstream product manager and two years in Covidien in sales. Daniela has been twice chairman of Medical Device Trade Association Assobiomedica, and most recently for 2 years she held the position of Vice President Strategies and Market Development at Confindustria Dispositivi Medici.
Daniela holds an Executive diploma from the Wharton Business School of Philadelphia, a diploma in Leadership from the Glasgow Caledonian University, a Master in Business Management from Cattolica University of Milan & ISTUD Business School, and a “best honors degree” in Chemistry and Pharmaceutical Technologies from Parma University.

Francesco Gabbrielli

Direttore del Centro Nazionale per la Telemedicina e le Nuove Tecnologie Assistenziali dell’Istituto Superiore di Sanità

Francesco Gabbrielli

Direttore del Centro Nazionale per la Telemedicina e le Nuove Tecnologie Sanitarie dell’Istituto Superiore di Sanità da giugno 2017, guida le attività di R&S, R&I, nonchè le attività consulenziali e di scientific advisor per le Istituzioni regionali, nazionali ed europee nei campi di Telemedicina e sanità digitale, nelle applicazioni in sanità della Robotica, dei Big Data e Intelligenza Artificiale; Docente di eHealth all’Università San Raffaele di Roma. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative in sanità digitale, telemedicina e ricerca sperimentale medico-chirurgica. Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pisa, Specializzazione Post-laurea in Chirurgia Generale e Dottorato di Ricerca in Chirurgia Sperimentale presso l’Università degli Studi dell’Aquila, Master e Registro EUPF dei Progettisti e Manager di Euro-Progetti. Ricercatore in diversi progetti nazionali e internazionali dal 1996 sulle innovazioni tecnologiche per: servizi medico- chirurgici; gestione del cambiamento nei sistemi sanitari; la sicurezza del paziente e la garanzia della qualità sui servizi sanitari; progettazione di sistemi eHealth e mHealth. Attività professionale medico-chirugica in Italia (Pisa, L’Aquila, Avezzano, Formia, Roma) e in Spagna (Granada). Già dirigente medico presso il Policlinico di Roma Umberto I. Consulente esperto indipendente per la Commissione Europea su progetti eHealth e mHealth. Consulente nella progettazione di servizi sanitari digitali. VP Cluster for Health Innovation and Community (CHICO) 2015-2017, VP Società Italiana per la Salute Digitale e la Telemedicina 2015-2018.

Fernanda Gellona

Direttore Generale di Confindustria Dispositivi Medici

Fernanda Gellona

Fernanda Gellona, torinese, è Direttore Generale di Confindustria Dispositivi Medici. Già Direttore Rapporti istituzionali di Assobiomedica, ha aperto la sede di Roma nel 2001, curando le relazioni con il Governo, le Regioni e gli altri soggetti del mondo della sanità. In Assobiomedica dal 1986, Gellona ha svolto diversi incarichi all’interno dell’Associazione, prima seguendo a Milano le attività delle aziende associate e coordinando i gruppi di lavoro, poi concentrandosi sulle relazioni istituzionali.

Nello Martini

Presidente Fondazione ReS - Ricerca e Salute

Nello Martini

Laureato in Farmacia e Specializzato in Farmacologia Clinica.
Dal 1973 ad aprile 1998 ha diretto la farmacia del Policlinico Borgo-Roma di Verona.
Dal maggio 1998 al giugno 2004 è stato Direttore Generale dei Farmaci e dei dispositivi medici del Ministero della Salute.
Successivamente ha ricoperto la carica di Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) fino a giugno 2008, ed è stato componente del Consiglio di Amministrazione dell’EMA.
Ha ricoperto la carica di Direttore della Ricerca e Sviluppo di Accademia Nazionale di Medicina.
Ha ricoperto la carica di Direttore Generale di Drugs & Health con sede a Roma.
Attualmente ricopre la carica di Presidente Fondazione Ricerca e Salute (ReS) con sede a Roma.
Ha svolto stage di formazione in Francia e negli Stati Uniti ed è autore di oltre 150 pubblicazioni tra libri e articoli scientifici.

Paolo Petralia

Direttore Generale Asl4, Sistema Sanitario Regione Liguria e Vicepresidente vicario di FIASO - Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere

Paolo Petralia

Paolo Petralia è nato nel 1965, vive a Genova ed è coniugato con un figlio.
Si è laureato in medicina e chirurgia e specializzato in igiene e medicina preventiva-organizzazione ospedaliera all’Università di Genova e poi perfezionato in bioetica all’Università Cattolica di Roma.
Ricopre dal 1 gennaio 2021 il ruolo di direttore generale della ASL 4 Ligure, dopo aver diretto dal 2010 l’IRCSS pediatrico Gaslini di Genova e prima numerose strutture sociosanitarie regionali.
Dal luglio 2021 è vicepresidente nazionale vicario della Federazione Italiana Aziende Sanitarie Ospedaliere FIASO, dopo esserne stato dal 2017 Coordinatore ligure, oltre a presidente dell’Associazione Italiana degli Ospedali Pediatrici AOPI dal 2011.
È giornalista pubblicista, membro di diversi comitati scientifici, autore di alcuni libri e di una cinquantina di pubblicazioni, associate Editor di alcune riviste e docente in storia della medicina e bioetica all’Università di Genova.

Maria Teresa Petrangolini

Direttore Patient Advocacy Lab di ALTEMS

Maria Teresa Petrangolini

Direttore del Patient Advocacy Lab di ALTEMS Università Cattolica del Sacro Cuore e docente presso lo stesso istituto. Esperto facilitatore della partecipazione dei cittadini presso la Regione Lazio. Membro del gruppo di studio sulla partecipazione delle associazioni del Ministero della salute.
Con una lunga esperienza di impegno e lavoro presso le associazioni dei cittadini e presso gli organismi istituzionali come promotrice di politiche di partecipazione civica. È stata tra i fondatori e quindi Segretario generale di Cittadinanzattiva ed ha partecipato alla stesura e alla diffusione della Carta Europea dei Diritti del Malato. Eletta successivamente Consigliere regionale della Regione Lazio, con cui sta continuando a collaborare in tema di sanità partecipata. Svolge dal 2018 attività di ricerca e formazione nel campo dei diritti dei pazienti come Direttore di Patient Advocacy Lab. In questa veste è soggetto promotore del Master di II livello in Patient advocacy management, che, alla sua quarta annualità, ha formato circa 130 leader di associazioni dei pazienti.

Antonella Polimeni

Rettrice Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Antonella Polimeni

Antonella Polimeni è Rettrice della Sapienza Università di Roma dal dicembre 2020. È professoressa ordinaria in Malattie odontostomatologiche ed è stata Preside della Facoltà di Medicina e odontoiatria, Componente del Consiglio di amministrazione, Direttrice di dipartimento, Membro del Nucleo di valutazione e Coordinatrice del Dottorato di ricerca in Malattie dello scheletro e del distretto oro-cranio-facciale. Al Policlinico Umberto I dirige la UOC di Odontoiatria pediatrica e odontostomatologia e ha diretto il Dipartimento ad attività integrata Testa-collo. Nel 2019 è stata nominata Commendatore dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” e nel 2021 le è stata assegnata la Mela d’Oro del Premio Marisa Bellisario per la categoria Istituzioni. Attualmente è Membro della Giunta della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), nonché Coordinatrice della Commissione per le tematiche di genere; ed è componente del Tavolo Tecnico per l’approfondimento delle tematiche relative alla valorizzazione professionale delle donne in sanità, istituito dal Ministero della Salute. Ha scritto oltre 650 articoli su riviste italiane e internazionali, più di 100 proceedings congressuali, 6 manuali, 2 monografie e ha curato, inoltre, l’edizione italiana di un testo atlante e di due manuali, nonché linee guida edite dal Ministero della Salute.

Anna Romiti

Ricercatrice di Economia e gestione delle imprese presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica, Sezione Health Services Research, dell’Università degli Studi di Firenze

Anna Romiti

Anna Romiti è ricercatrice di Economia e gestione delle imprese presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica, Sezione Health Services Research, dell’Università degli Studi di Firenze. È membro del CUSAS (Centro Universitario di Studi in Amministrazione Sanitaria). È titolare dell’insegnamento di Economia e gestione delle imprese in diversi Corsi di laurea dello stesso Ateneo. I suoi temi di ricerca prevalenti sono il management sanitario con particolare riferimento agli assetti di governo delle aziende, il governo delle reti interorganizzative e i processi di fidelizzazione nell’ambito dello sport e del turismo sportivo. È autrice di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali di management sanitario tra le quali: BMC Health Services Research e Health Services Management Research. È Membro del Comitato editoriale della rivista Mecosan. Ha pubblicato diversi volumi per conto di Fiaso (Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere).

Milena Vainieri

Professore associato in Economia e Gestione delle Imprese, responsabile del Laboratorio Management e Sanità, Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa

Milena Vainieri

Milena Vanieri è professore associato in management presso l’istituto di management della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa dove ha conseguito il dottorato nel 2010. Da Maggio 2019 è responsabile del laboratorio management e sanità. E’ responsabile scientifico per il Sistema della valutazione della performance dal 2014 (www.performance.santannapisa.it). Nel 2016 è stata coinvolta come esperta nel Joint Assessment Framework (JAF) dell’area salute della commisisone europea, DG Employment. Nel 2020 ha partecipato alla commissione sulle priorità di investimento in sanità in Italia per il programma 2021-2027 delle politiche di coesione della commissione europea e National Project Manager italiano per il progetto PaRIS dell’OCSE.
I suoi interessi riguardano la valutazione della performance, l’efficienza e la governance dei sistemi sanitari. In particolare, è responsabile di progetti di ricerca che riguardano la gestione della perfomance in sanità. E’ autrice di più di 50 pubblicazioni nazionali e internazionali e fa parte di comitati editoriali di riviste internazionali.

Veronica Vecchi

Associate Professor of Practice of Government, Health and Not for Profit presso SDA Bocconi School of Management

Veronica Vecchi

Veronica Vecchi è Professor of Practice of Business Government Relations presso SDA Bocconi School of Management. È professore a contratto di Long Term Investment&PPP e Financial Management presso l’Università Bocconi.
Presso SDA Bocconi, dal 2014 è Direttore della formazione executive di SDA Bocconi Asia Center e dal 2015 dell’International Executive Master in Business (IEMB), dal 2013 è Direttore dell’Impact Investing Lab e, dal 2005, è anche Docente responsabile dei corsi (open market e custom) in materia di public private partnership, relazioni pubblico-privato, sviluppo locale, finanza pubblica. Ha realizzato programmi di formazione executive, ricerche e consulenze per numerose istituzioni pubbliche e aziende private. Dal 2020 è Direttore dell’Osservatorio MASAN su acquisti e contratti in sanità di Cergas-SDA Bocconi.
Dal 2020 è membro del CDA di Nhoa, dove ricopre anche il ruolo di presidente dell’audit e del sustainability committee; è inoltre membro del CDA di Banca Intesa Innovation Center e dal 2020 è Presidente della società Infrastrutture Milano-Cortina. E’ inoltre membro dello scientific advisory board del Global Infrastructure Hub del G20. Svolge attività di consulenza strategica a livello nazionale e internazionale in materia di Partnership Pubblico Privato ed è autrice di numerose pubblicazioni scientifiche – libri e paper – e divulgative in questo ambito.

Il Forum è, come ogni anno, un mix di eventi partecipativi e innovativi per il rinnovamento e la costruzione di un sistema della Salute nazionale all’avanguardia, anzi un passo oltre. Quest’anno ci concentreremo sul fare, e fare insieme, come un cantiere, un incubatore di idee per costruire concretamente un master plan della Nuova Sanità.

Come? Spazio dell’innovazione dell’intero settore della Salute che qui può confrontarsi sui temi principali della sanità e del sistema nel suo complesso per condividere progetti, iniziative e linee di indirizzo.

Il Forum si differenzia dalle altre iniziative del settore per l’impiego di format co‑creativi utili per far scaturire soluzioni condivise da punti di vista, esperienze e interessi differenti.

Sarà organizzato come luogo speciale e stimolante, negli spazi e nell’organizzazione sia delle iniziative fisiche, che in quelle digitali: Open Innovation, con startup, grandi imprese, think tank, laboratori, Design Thinking, Speech, testimonial di fama internazionale, futuristi, tavoli di lavoro, Hackathon, sfide e premiazioni, organizzazione di incontri e relazioni.

Si articola seguendo un fil rouge narrativo articolato in tre assi principali che saranno i capitoli del nostro libro: Equità, Sostenibilità, Evoluzione.

Si confermano inoltre gli Speciali live:

Il Forum è, come ogni anno, un mix di eventi partecipativi e innovativi per il rinnovamento e la costruzione di un sistema della Salute nazionale all’avanguardia, anzi un passo oltre. Quest’anno ci concentreremo sul fare, e fare insieme, come un cantiere, un incubatore di idee per costruire concretamente un master plan della Nuova Sanità.

Come? Spazio dell’innovazione dell’intero settore della Salute che qui può confrontarsi sui temi principali della sanità e del sistema nel suo complesso per condividere progetti, iniziative e linee di indirizzo.

Il Forum si differenzia dalle altre iniziative del settore per l’impiego di format co‑creativi utili per far scaturire soluzioni condivise da punti di vista, esperienze e interessi differenti.

Sarà organizzato come luogo speciale e stimolante, negli spazi e nell’organizzazione sia delle iniziative fisiche, che in quelle digitali: Open Innovation, con startup, grandi imprese, think tank, laboratori, Design Thinking, Speech, testimonial di fama internazionale, futuristi, tavoli di lavoro, Hackathon, sfide e premiazioni, organizzazione di incontri e relazioni.

Si articola seguendo un fil rouge narrativo articolato in tre assi principali che saranno i capitoli del nostro libro: Equità, Sostenibilità, Evoluzione.

Si confermano inoltre gli Speciali live: