7ª Edizione | 6/7 ottobre 2022 | Firenze Stazione Leopolda

7ª Edizione

6/7 ottobre 2022

Firenze Stazione Leopolda

Il Forum è, come ogni anno, un mix di eventi partecipativi e innovativi per il rinnovamento e la costruzione di un sistema della Salute nazionale all’avanguardia, anzi un passo oltre. Quest’anno ci concentreremo sul fare, e fare insieme, come un cantiere, un incubatore di idee per costruire concretamente un master plan della Nuova Sanità.

Come? Spazio dell’innovazione dell’intero settore della Salute che qui può confrontarsi sui temi principali della sanità e del sistema nel suo complesso per condividere progetti, iniziative e linee di indirizzo.

Il Forum si differenzia dalle altre iniziative del settore per l’impiego di format co-creativi utili per far scaturire soluzioni condivise da punti di vista, esperienze e interessi differenti.

Sarà organizzato come luogo speciale e stimolante, negli spazi e nell’organizzazione sia delle iniziative fisiche, che in quelle digitali: Open Innovation, con startup, grandi imprese, think tank, laboratori, Design Thinking, Speech, testimonial di fama internazionale, futuristi, tavoli di lavoro, Hackathon, sfide e premiazioni, organizzazione di incontri e relazioni.

Si articola seguendo un fil rouge narrativo articolato in tre assi principali che saranno i capitoli del nostro libro: Equità, Sostenibilità, Evoluzione.

Si confermano inoltre gli Speciali live:

Il Forum è, come ogni anno, un mix di eventi partecipativi e innovativi per il rinnovamento e la costruzione di un sistema della Salute nazionale all’avanguardia, anzi un passo oltre. Quest’anno ci concentreremo sul fare, e fare insieme, come un cantiere, un incubatore di idee per costruire concretamente un master plan della Nuova Sanità.

Come? Spazio dell’innovazione dell’intero settore della Salute che qui può confrontarsi sui temi principali della sanità e del sistema nel suo complesso per condividere progetti, iniziative e linee di indirizzo.

Il Forum si differenzia dalle altre iniziative del settore per l’impiego di format co-creativi utili per far scaturire soluzioni condivise da punti di vista, esperienze e interessi differenti.

Sarà organizzato come luogo speciale e stimolante, negli spazi e nell’organizzazione sia delle iniziative fisiche, che in quelle digitali: Open Innovation, con startup, grandi imprese, think tank, laboratori, Design Thinking, Speech, testimonial di fama internazionale, futuristi, tavoli di lavoro, Hackathon, sfide e premiazioni, organizzazione di incontri e relazioni.

Si articola seguendo un fil rouge narrativo articolato in tre assi principali che saranno i capitoli del nostro libro: Equità, Sostenibilità, Evoluzione.

Si confermano inoltre gli Speciali live:

DOVE VA LA SANITÀ ITALIANA

Il Forum Sistema Salute 2022, al termine di due anni di grande emergenza, e alle soglie dell’attuazione dei progetti del PNRR, si interroga su “Dove va la sanità italiana” con l’obiettivo di mettere a fuoco l’approccio e la strategia per puntare a tre importanti traguardi del nostro Servizio Sanitario: una garanzia di sostenibilità nel medio periodo, una maggiore equità di accesso ai servizi per i cittadini, una rapida evoluzione sotto il profilo strutturale, tecnologico e organizzativo.

Il Forum vuole affrontare questi temi con la prospettiva di tutti coloro che, operando nel sistema salute, avvertono e vogliono condividere la responsabilità di perseguire gli obiettivi del PNRR , con concretezza, impegno, e capacità di misurarsi con le nuove sfide.

I due giorni di dibattiti, laboratori e hackathon tematici chiamano a raccolta in primo luogo la comunità degli innovatori e dei “manager del cambiamento”. Dinanzi alla necessità di trasformare profondamente un sistema che pur ha dimostrato di saper reagire alla emergenza pandemica, non ci sono facili ricette e occorre saper trovare nuove soluzioni. Ogni attore, pubblico o privato, politico o manager, professionista o cittadino, è portatore di esperienze, progetti e contributi da mettere in comune, con grande apertura e reciproca fiducia.

Il Forum 2022 diventa così non un mero luogo di enunciazione di punti di vista e scenari possibili sul “cosa” fare, ma un momento di aggregazione sul “come” fare. Le Missioni e i progetti del PNRR, il DM71, le criticità e le potenzialità del nostro SSN sono tutti elementi da cui partire per costruire una “cultura del cambiamento” in cui ci poniamo tutti dalla stessa parte, quella di chi l’innovazione la vuole realizzare condividendo nuove pratiche, idee e competenze.

Per produrre valore occorre costruire comunità che apprendono a disegnare la strada da percorrere insieme.

Il programma del Forum 2022 si sviluppa intorno ai tre temi, già enunciati, che rappresentano traguardi fondamentali per i prossimi anni e che saranno affrontati con l’obiettivo di confrontarsi concretamente su progetti già in essere o nuove soluzioni da mettere in campo.

Il Forum Sistema Salute 2022, al termine di due anni di grande emergenza, e alle soglie dell’attuazione dei progetti del PNRR, si interroga su “Dove va la sanità italiana” con l’obiettivo di mettere a fuoco l’approccio e la strategia per puntare a tre importanti traguardi del nostro Servizio Sanitario: una garanzia di sostenibilità nel medio periodo, una maggiore equità di accesso ai servizi per i cittadini, una rapida evoluzione sotto il profilo strutturale, tecnologico e organizzativo.

Il Forum vuole affrontare questi temi con la prospettiva di tutti coloro che, operando nel sistema salute, avvertono e vogliono condividere la responsabilità di perseguire gli obiettivi del PNRR , con concretezza, impegno, e capacità di misurarsi con le nuove sfide.

I due giorni di dibattiti, laboratori e hackathon tematici chiamano a raccolta in primo luogo la comunità degli innovatori e dei “manager del cambiamento”. Dinanzi alla necessità di trasformare profondamente un sistema che pur ha dimostrato di saper reagire alla emergenza pandemica, non ci sono facili ricette e occorre saper trovare nuove soluzioni. Ogni attore, pubblico o privato, politico o manager, professionista o cittadino, è portatore di esperienze, progetti e contributi da mettere in comune, con grande apertura e reciproca fiducia.

Il Forum 2022 diventa così non un mero luogo di enunciazione di punti di vista e scenari possibili sul “cosa” fare, ma un momento di aggregazione sul “come” fare. Le Missioni e i progetti del PNRR, il DM71, le criticità e le potenzialità del nostro SSN sono tutti elementi da cui partire per costruire una “cultura del cambiamento” in cui ci poniamo tutti dalla stessa parte, quella di chi l’innovazione la vuole realizzare condividendo nuove pratiche, idee e competenze.

Per produrre valore occorre costruire comunità che apprendono a disegnare la strada da percorrere insieme.

Il programma del Forum 2022 si sviluppa intorno ai tre temi, già enunciati, che rappresentano traguardi fondamentali per i prossimi anni e che saranno affrontati con l’obiettivo di confrontarsi concretamente su progetti già in essere o nuove soluzioni da mettere in campo.

EQUITÀ: raggiungere tutti, accompagnare i più fragili

La sfida dell’equità sarà affrontata approfondendo i nuovi modelli di prossimità dell’assistenza nei differenti contesti, mettendo a confronto le sperimentazioni in atto di Centrali Operative Territoriali, le soluzioni tecnologiche già disponibili per semplificare l’accesso ai servizi con la multicanalità e potenziare l’utilizzo della telemedicina, le buone pratiche di integrazione dei percorsi di cura.

L’obiettivo è quello di condividere le soluzioni da mettere in campo per accompagnare e tutelare le persone più fragili o più difficili da raggiungere, ma anche per rendere il Servizio Sanitario più fruibile e omogeno, definendo criteri e metodi con cui “misurare l’equità” e porsi l’obiettivo di ridurre il gap tra i territori.

SOSTENIBILITÀ: risorse, governance, ricambio generazionale

Rendere il Servizio Sanitario più sostenibile ha a che fare con le misure da adottare per programmare e utilizzare al meglio le risorse e rafforzare i meccanismi di governance del sistema. Nel Forum il dibattito si concentrerà su quali interventi sono necessari per garantire un utilizzo appropriato degli investimenti previsti dal PNRR, programmare e finanziare il fabbisogno di spesa corrente e consentire un rapido e progressivo ricambio generazionale.

A trent’anni dal D.Lgs.vo 502/92 che ha introdotto la regionalizzazione e l’aziendalizzazione del SSN, e dinanzi alle scadenze che il nostro Paese deve rispettare per ottenere i fondi UE Next Generation, tutti gli attori istituzionali, operatori economici e finanziari, sindacati, società scientifiche e organizzazioni civiche sono chiamati a confrontarsi sulle scelte necessarie oggi per costruire e rendere sostenibile la Sanità di domani.

EVOLUZIONE: Open Management per co‑progettare il futuro e attuare il PNRR

Per trasformare le nostre strutture sanitarie occorre puntare in modo deciso su processi di innovazione e cambiamento sia sotto il profilo tecnologico che organizzativo e culturale. La prospettiva di una sanità digitale è oggi resa concreta da soluzioni tecnologiche che il mercato è sempre più in grado di produrre, e che devono essere progettate, avviate e gestite insieme alle componenti organizzative, formative e di crescita professionale degli operatori.

Nelle aziende sanitarie acquista un ruolo fondamentale il middle management, vale a dire le figure che gestiscono dal basso e in modo trasversale i processi di innovazione sia sotto il profilo tecnologico (ingegneri clinici, informatici, gestionali, architetti, risk manager) sia sotto il profilo organizzativo (direttori di distretto, di presidio, delle professioni sanitarie, della farmacia, dei dipartimenti di prevenzione).

La spinta al cambiamento apre inoltre un nuovo e fondamentale spazio di collaborazione tra pubblico e privato, uscendo da una vecchia e sterile separazione tra acquirente e fornitore, e facendosi interprete della logica della partnership e della co-produzione di valore per la società.

Per questo il Forum intende essere anche un’importante occasione di dialogo e di apertura (Open) tra il management del servizio sanitario e il management delle imprese della filiera salute, per confrontarsi su nuovi modelli di collaborazione, esperienze in corso e progetti da realizzare e rendere scalabili, con una nuova postura orientata alla creatività e alla capacità di lavorare insieme.