Alzheimer, caffè aggrava sintomi

Se la caffeina si è dimostrata efficace nel prevenire la demenza, sia nei pazienti colpiti da Alzheimer sia in quelli con un fisiologico processo di invecchiamento, bloccando i recettori dell’adenosina, non accade lo stesso una volta che i sintomi cognitivi dell’Alzheimer si sono manifestati. Secondo uno studio spagnolo, condotto sui topi e pubblicato sulla rivista ‘Frontiers in Pharmacology’, la caffeina avrebbe infatti l’effetto opposto, aggravando i sintomi della patologia neurologica.Se i problemi di memoria sono quelli più marcati nell’Alzheimer, questa patologia è altrettanto caratterizzata da sintomi neuropsichiatrici, fortemente presenti nei primi stadi della malattia. Noti come sintomi psicologici e comportamentali delle demenze (Spcd), l’ansia, l’apatia, la depressione, le allucinazioni e la paranoia si manifestano in modo differente da paziente a paziente. ….Continua su AdnKronos>>

Di |2018-04-07T06:21:32+00:007/4/2018|2018, News|