Come cambierà l’acquisto pubblico di IT con i soggetti aggregatori | Agenda Digitale

CONFRONTO NAZIONALE SUL SOFTWARE IN SANITA’: I CENTRI REGIONALI NEI PROCESSI DI VALUTAZIONE E ACQUISTO DELL’IT WWW.SWSANITA.IT.

Dal Piano Triennale al Codice Appalti, il messaggio è chiaro: si va verso il nuovo paradigma del “comprare assieme, comprare meglio”. Ma come fare? Un coinvolgimento ampio dei vari punti di aggregazione è non solo opportuno, ma anche necessario. Occorre, quindi, costruire meccanismi di aggregazione innovativi.

Sono diversi gli interventi normativi dell’ultimo triennio che hanno rinnovato la disciplina in materia di acquisti da parte delle pubbliche amministrazioni, con alcuni specifici interventi verticali dedicati, in particolare, agli acquisti di innovazione da parte della pubblica amministrazione.

Il fil rouge che li unisce riguarda senza dubbio il tema dell’aggregazione: a partire dall’introduzione dei soggetti aggregatori – D.L. n. 66/2014 – al  nuovo Codice degli Appalti, adottato nel 2016, in attuazione delle Direttive Europee in materia, e “corretto” con decreto legislativo dedicato proprio pochi giorni fa. Il tutto passando per la Legge di Stabilità per il 2016 che ha non solo insistito sulla “soggettività” dell’aggregazione, prevedendo il passaggio obbligato dai soggetti aggregatori per la maggior parte delle gare ICT, ma anche sull’ambito oggettivo degli acquisti, prevedendo, come noto, un Piano triennale  redatto da AgID e approvato ufficialmente con Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni.

Nel Piano triennale, l’Agenzia come livello centrale di governo raccoglie e fa sintesi delle esigenze di acquisto di tutte le pubbliche amministrazioni, armonizzandole lungo una serie di linee strategiche di acquisto per il raggiungimento degli obiettivi di innovazione del settore pubblico. Il Piano triennale definisce dunque una roadmap di investimenti da realizzare per ogni tipologia di pubblica amministrazione e contiene suggerimenti per contenere efficacemente la spesa ICT…….Continua su AGENDADIGITALE>>

 

Di |2018-04-19T14:44:12+00:0019/4/2018|2018, News|