Coronavirus, il primario di terapia intensiva a Bergamo: «Rischio focolai di ritorno»

Bergamo – Il primario di Terapia Intensiva all’ospedale di Bergamo, dove i decessi sono continui, il professor Luca Lorini, prevede per i prossimi giorni il picco dei contagi e già alla fine della prossima settimana la curva calante. «Ma sempre se la gente sarà rispettosa e resterà a casa».

Lorini parla di una sorta di guerra silenziosa e subdola. In queste settimane nel suo ospedale ha visto morire anche amici e colleghi, persino uomini che stavano bene ed erano giovani. «Ne approfitto per lanciare un appello tramite il Messaggero a rispettare i divieti imposti. In questo momento è come se ci fossero tante Italie e forse non tutti hanno ben presente cosa è accaduto o sta accadendo qui. Vorrei chiedere a tutti di ricordare che dal rigore che ci imponiamo non si alimenteranno ulteriori focolai futuri. Lo ripeto: il pericolo, una volta che il picco è passato, sono i focolai di ritorno. E’ un possibile rischio che farebbe ripartire di nuovo tutto. E sarebbe disastroso»….Continua su Il Messaggero>>

2020-03-17T18:02:38+00:00
SPECIALE CORONAVIRUS
ULTIME NOTIZIE

MODULO DI ISCRIZIONE
Compilando il modulo si dimostra di apprezzare il lavoro della redazione nel fornire le notizie sulla lotta alla pandemia a livello globale e, nel contempo, si avrà la possibilità di restare aggiornati  sulle iniziative Koncept
ISCRIVITI

A NESSUNO PIACE LO SPAM
Per questo le informazioni di Koncept non hanno cadenza regolare e non contengono  materiale pubblicitario di terze parti. Informativa completa all'indirizzo: www.koncept.it/privacy
close-link