Cuore,1 milione di italiani escluso da tecniche non invasive

Oltre un terzo dei pazienti, gap rispetto ad altri Paesi Ue

L’Italia non è ancora allineata completamente agli standard europei e si stima che 1 milione di pazienti, per quanto riguarda la cardiologia interventistica, non abbia ancora accesso alle procedure ‘senza cicatrici’, le cosiddette tecniche interventistiche percutanee mini-invasive. Nonostante evidenze scientifiche dimostrino che sono sicure ed efficaci, ancora un terzo dei pazienti non vi hanno accesso, per mancata applicazione delle raccomandazioni internazionali con significative disparità territoriali legate alla frammentazione a livello regionale del Servizio sanitario nazionale….Continua su ANSA>>

Di |2018-05-05T18:41:01+00:005/5/2018|2018, News|