Dal codice genetico dei centenari italiani una nuova possibile terapia contro le malattie cardiovascolari. Il cosiddetto ‘gene della longevità’, molto frequente in persone che superano i 100 anni di vita, è stato infatti inserito in modelli animali, bloccandone l’aterosclerosi. Lo studio, condotto dall’Irccs Neuromed di Pozzilli (Isernia), dall’Irccs MultiMedica di Sesto San Giovanni (Milano) e dal Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria dell’Università degli Studi di Salerno, con il sostengo di Fondazione Cariplo e ministero della Salute, è stato pubblicato sull”European Heart Journal’ ed è incentrato sul gene che codifica la proteina Bpifb4….Continua su AdnKronos>>

Iscriviti ora al Forum Salute alla Leopolda 10,11 Ottobre 2019 – Rivoluzioni all’orizzonte >>

N.B. L’ordine di iscrizione dà diritto alla priorità per la partecipazione in alcuni eventi a numero chiuso