Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Il tentativo di dare soluzioni concrete al problema dell’aderenza come indicatore di esito ed equità alle cure, ai percorsi diagnostico-terapeutici, richiede interventi che vanno a modificare le abitudini e la routine di tutti gli stakeholder del Sistema Salute: dai medici ai pazienti, ai caregivers, agli operatori sanitari, fino ai dirigenti che si occupano di governare i sistemi sanitari.

Dalle analisi contenute nel Rapporto OsMed, emerge che poco più della metà dei pazienti (55,1%) affetti da ipertensione arteriosa assume il trattamento antipertensivo con continuità. Da studi osservazionali è emerso che oltre il 70% dei pazienti sospende il trattamento nei primi 6 mesi. Questi trend sono confermati anche in molte altre patologie croniche: appena il 52-55%dei pazienti in trattamento per osteoporosi è aderente al trattamento, il 60%per artrite reumatoide, 40-45% nel caso della terapia per diabete di tipo II,36-40% per insufficienza cardiaca e solo il 13-18% per asma e BPCO.

Eppure la sola maggiore aderenza alle terapie farmacologiche porterebbe ad un calo significativo del rischio di morte, di quello di ospedalizzazione e di ricovero, delle complicanze associate alla malattia e non per ultimo una riduzione dei costi globali associati alla malattia. L’aderenza alle terapie diventa quindi fondamentale per gli obiettivi di salute e la sostenibilità del SSN.

Considerando le future prospettive demografiche ed epidemiologiche diventa quindi fondamentale individuare azioni concrete per correggere i trend attuali con un impegno fattivo da parte di ognuno degli attori in campo (politici, tecnici programmatori sanitari regionali enazionali, medici, pazienti, industria). Il PNRR, attraverso una focalizzazione sul management del paziente fragile e cronico, rappresenta una opportunità unica di rivedere l’organizzazione ma anche gli indicatori di gestione dei percorsi terapeutici.

  • Il valore clinico, sociale ed economico dell’aderenza: quali sono i bisogni per la governance sanitaria
  • Aderenza nel Piano Nazionale della Cronicità: dove siamo oggi?
  • Il PNRR: quali opportunità per azioni concrete che migliorino l’aderenza ai percorsi
  • Il nuovo sistema di garanzia: quali opportunità per favorire l’aderenza
  • Quali azioni per migliorare l’aderenza in ambito clinico, sociale e organizzativo
  • Le diversità regionali e culturali non garantiscono l’equità degli interventi: quali proposte

Modera e introduce

Tonino Aceti – Presidente Salutequità, Associazione per la valutazione della qualità delle politiche per la salute

Le cronicità nei pazienti anziani: quali bisogni e quali proposte per la tutela dei pazienti fragili

Roberto Bernabei – Presidente Associazione Italia Longeva;Direttore del Polo invecchiamento, neuroscienze, testa-collo e ortopedia,Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

Cronicità e aderenza: le raccomandazioni e le proposte delle associazioni civiche per migliorare il nuovo sistema di garanzia

Anna Lisa Mandorino – Segretaria generale di Cittadinanzattiva APS

Il ruolo dell’infermiere di prossimità nel supportare le cronicità: Quali sfide per supportare un sistema di salute più giusto ed efficace?

Barbara Mangiacavalli – Presidente FNOPI – FederazioneNazionale Ordini Professioni Infermieristiche

Valutare l’aderenza ai PDTA in ambito clinico, sociale e organizzativo: quali le proposte nelle cronicità per armonizzare il contesto nazionale e regionale

Nello Martini– Presidente Fondazione ReS – Ricerca e Salute

I costi della non aderenza per la governance sanitaria.Riflessioni e spunti per una ottimizzazione dei LEA

Francesco Saverio Mennini – Professore di Economia sanitaria e Microeconomia e research director Eehta del Ceis dell’Università di TorVergata di Roma – Presidente Sihta

Dall’impatto della non aderenza ai percorsi alla Governance sanitaria: quali proposte per una migliore gestione del territorio

Giovanni Migliore – Presidente FIASO

Dal Piano nazionale delle cronicità al PNR quali proposte per un’azione concreta?

Paola Pisanti – Già Presidente Commissione diabete e cronicità presso il Ministero della salute; Presidente Associazione di promozione sociale APS Fare rete Bene Comune; Consulente esperta cronicità MinisteroSalute

Scegli il tuo Network e Condividi!