Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

a cura di Massimo Barberio – Visiting Professor Università LIUC di Castellanza e Università statale di Pavia, Facoltà di economia e commercio

 

Un concreto processo di innovazione della Sanità deve essere il risultato della collaborazione fra i vari attori del SSN, dalle strutture sanitarie agli stakeholders di settore, comprese le grandi imprese private. Per la valutazione di nuovi modelli in Sanità è fondamentale il confronto.

In questo quadro i possibili temi oggetto di discussione sono:

  • Governance, livello di centralizzazione e situazione del Public Procurement. La gestione della spesa sanitaria di beni e servizi richiede competenze multidisciplinari sia per chi acquista attraverso procedura di appalto, sia per chi vende attraverso un’offerta competitiva sui grandi mercati di medical devices, farmaci, servizi, ICT, energia. Se ne parla per rispondere a molte domande: come si intervenire là dove i diversi sistemi sanitari regionali rendono complessa l’attuazione di misure di innovazione? O ancora: può bastare il semplice tentativo di razionalizzare i processi o occorre incrementare la fusione tra enti?
  • Innovazione tecnologica e organizzativa per la trasformazione dei sistemi assistenziali ospedalieri e incrementarne la sostenibilità e l’efficienza, operando anche sui modelli di performance management e di remunerazione. In un momento di grande dibattito e focus sugli “ospedali del futuro” e sul rapporto con la territorialità, è necessario un ripensamento dei flussi organizzativi e d’informazione, insieme ad una accelerazione della cultura digitale.

Esiste oggi su questo tema un forte senso di urgenza perché può contribuire anche al raggiungimento di soluzioni condivise e sostenibili per contrastare la vetustà e l’obsolescenza del parco macchine di diagnostica per immagini in Italia, e contribuire a strategie per la riduzione dei costi delle infrastrutture ospedaliere pubbliche e per l’incremento della loro efficienza, (grazie al trasferimento del rischio operativo e della gestione dei problemi di operations), con la piena l’applicazione delle nuove tecnologie  anche tramite strumenti di partenariato specifico.

 

Panel Relatori:

 

Roberto Banfi – Responsabile delle politiche del farmaco e dispositivi Regione Toscana

Fabiola Bologna – Commissione Affari Sociali-Sanità, Commissione Bicamerale per l’Infanzia e l’Adolescenza, Camera dei Deputati

Stefano Scaramelli– Presidente Terza commissione Sanità e politiche sociali Consiglio regionale della Toscana

Marina Sereni– Segreteria Nazionale PD, Responsabile Diritto alla Salute

Giancarlo Ruscitti – Direttore di Dipartimento Promozione della Salute, del Benessere Sociale e dello Sport per tutti, Regione Puglia

Paolo PronzatoDirettore UOC di Oncologia Medica IRCCS AOU San Martino – IST, Genova

Marcella Marletta – Direttore Generale della Direzione Generale dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico, Ministero della Salute

 

Iscriviti