Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

La mancata aderenza è un problema globale dalle enormi dimensioni in termini di mancata salute e spreco di risorse che si traducono in recidive, ricoveri impropri e giornate di lavoro perse. Provoca ogni anno 125.000 morti negli Stati Uniti, con una spesa di circa 300 miliardi di dollari, mentre in Europa si contano 200.000 decessi ed una spesa di 120 miliardi di euro.

Si tratta di un problema destinato ad aumentare a causa dell’invecchiamento della popolazione e del conseguente aumento delle patologie croniche.

In questo scenario, il paziente è protagonista. E’ lui che deve essere ingaggiato, cioè convinto e consapevole, di avere nelle sue mani una chiave importante per la sua salute, necessaria per guarire dalla malattia: l’aderenza. Senza la collaborazione attiva del paziente le terapie sono, infatti, destinate all’insuccesso.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità “massimizzare l’efficacia degli interventi finalizzati ad aumentare la compliance può avere un impatto di gran lunga maggiore sulla salute delle popolazioni di qualunque altro progresso terapeutico”.

Ed ecco che entra in gioco l’altro player fondamentale, le Istituzioni, che hanno due obiettivi principali la salute della collettività e la sostenibilità del sistema.

Anche se è ormai unanime il consenso sul fatto che più il paziente è coinvolto e maggiori sono le probabilità che sia aderente alla terapia con effetti positivi sulla salute e sulla sostenibilità del sistema, finora mancava uno strumento adeguato che permettesse di dimostrare, numeri alla mano, questa sequenza virtuosa.

L’Università Cattolica del Sacro Cuore, grazie al contributo non condizionante di Merck, ha messo a punto questo strumento mancante.

Nel corso delle due tavole rotonde verrà messo a fuoco il problema e illustrata la soluzione.

 

Con il contributo di: Merck

 

Coordina:

Luigi Ripamonti – Giornalista, caporedattore del Corriere della Sera, responsabile di Corriere Salute e della Sezione Salute di Corriere.it

 

Paolo Bandiera – Direttore Affarigenerali,AISM

Americo Cicchetti – Professore ordinario di Organizzazione Aziendale alla Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e Direttore di ALTEMS

Guendalina Graffigna – Professore ordinario di Psicologia per il Marketing Sociale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore e Coordinatore di EngageMinds Hub – Research Center

Luigi d’Ambrosio Lettieri– Vicepresidente FOFI e già Componente della Commissione Igiene e Sanità del Senato

Guido MarinoniPresidente OMCeO di Bergamo

Teresa Petrangolini– Direttore di Patient Advocacy Lab,ALTEMS, Università Cattolica del Sacro Cuore

Giancarlo Ruscitti – Direttore di Dipartimento Promozione della Salute, del Benessere Sociale e dello Sport per tutti, Regione Puglia

 

Obiettivi da raggiungere: far emergere la dimensione del problema della “non aderenza”, con tutte le sueimplicazioni sulla salute e sulla sostenibilità

 

Iscriviti