Gemelli: «AI e big data per combattere il coronavirus»

Il futuro della sanità, e anche la lotta per fermare l’attuale epidemia di coronavirus, passa per big data e intelligenza artificiale. Parola di Giovanni Arcuri, direttore Uoc tecnologie sanitarie al Gemelli di Roma, polo chiamato a occuparsi a Roma del nuovo centro per il trattamento e la diagnosi del coronavirus che da lunedì metterà a disposizione i primi 40 posti letto.

In questa occasione, spiega Arcuri in un’intervista a DigitEconomy.24 (report di Radicor e Luiss Business School), la prima del Gemelli su tema, «valuteremo con i nostri radiologi l’uso di sistemi di analisi automatica delle immagini tomografiche polmonari per comprendere se possono essere utili ad abbreviare i tempi di diagnosi». In questa emergenza «la sfida primaria è quella di utilizzare efficacemente le risorse disponibili . Stavolta abbiamo, però, dei nuovi strumenti a disposizione. Senza dubbio utilizzeremo i sistemi di business intelligence che abbiamo già sviluppato per avere, in tempo reale, il polso della situazione in termini di assorbimento di risorse ed efficacia dei percorsi clinici».

SFOGLIA IL REPORT COMPLETO

Source: www.ilsole24ore.com/art/gemelli-ai-e-big-data-combattere-coronavirus-ADppkcC

2020-03-21T17:54:51+00:00