Genetista Novelli, ‘con ‘taglia e cuci’ premio Nobel al Dna come farmaco

“Il Dna come farmaco è diventato realtà attraverso il ‘taglia e cuci’ premiato con il Nobel”. A dirlo all’Adnkronos Salute è Giuseppe Novelli, genetista dell’Università di Roma Tor Vergata, commentando il Premio Nobel per la Chimica a Emmanuelle Charpentier e Jennifer Doudna per aver contribuito a riscrivere il codice della vita.

Il Dna come farmaco è diventato realtà attraverso il ‘taglia e cuci’ premiato con il Nobel”. A dirlo all’Adnkronos Salute è Giuseppe Novelli, genetista dell’Università di Roma Tor Vergata, commentando il Premio Nobel per la Chimica a Emmanuelle Charpentier e Jennifer Doudna per aver contribuito a riscrivere il codice della vita.

“Tutti i laboratori del mondo si occupano di Dna oggi: per leggerlo, per decifrarlo, per analizzarlo, per utilizzarlo, per smontarlo, per ricomporlo e trasferirlo da una cellula a un’altra o da una specie ad un’altra. Jennifer Doudna e i suoi colleghi hanno scoperto un modo semplice, ma rivoluzionario per ‘scrivere’ e correggere il Dna: l’editing genetico. Il principio – spiega Novelli – è quello di correggere le mutazioni del Dna in maniera permanente utilizzando la tecnica del ‘taglia e cuci’ nella quale una specifica sequenza del Dna cellulare viene direttamente modificata all’interno del nucleo. L’evento di modificazione si ottiene sostanzialmente introducendo all’interno delle cellule una sequenza esterna di Dna (normale), in grado di riconoscere in maniera specifica quella target (mutata) e apportare una specifica conversione”….Continua su AdnKronos>>

2020-10-11T18:24:06+00:00