I CONSIGLI DI TRUMP SULLA PANDEMIA

Ignorando l’opinione degli esperti, Trump promuove l’uso dell’idrossiclorochina

Questa presa di posizione ha creato tensioni nella sua amministrazione e timori tra i medici sulla possibilità che possa esporre inutilmente i pazienti a dei rischi.

Il presidente Trump ha fornito consigli medici che vanno ben oltre le scarse prove dell’efficacia del farmaco antimalarico e bypassando i consigli di medici ed esperti di sanità pubblica.

La raccomandazione di Trump per l’utilizzo dell’idrossiclorochina, per il secondo giorno consecutivo durante un briefing alla Casa Bianca, è un esempio lampante della sua sfacciata volontà di distorcere e sfidare apertamente l’opinione degli esperti e le prove scientifiche quando non queste non sono in linea con i suoi piani.

Trump ha detto di parlare in base al suo “istinto” e su questo lui si dice uno dei maggiori “esperti”.

Riconoscendo che il farmaco è “in fase di test”, Trump ha affermato che “ci sono alcuni segni molto forti” del suo potenziale, anche se gli esperti affermano che i dati sono estremamente limitati.

“Ma cosa ne so di questo? Non sono un dottore “, ha aggiunto Trump.

“Se funziona, sarebbe un peccato non averlo fatto in anticipo”, ha dichiarato Trump, ribedendo che il governo federale ha acquistato e immagazzinato 29 milioni di pillole del farmaco. “Stiamo inviando il farmaco a vari laboratori, ai nostri militari, ai nostri ospedali.”

Trump, una volta aveva anche predetto che il virus sarebbe “miracolosamente” scomparso entro aprile a causa del clima caldo, e ha rifiutato il parere scientifico su questioni importanti come i cambiamenti climatici.

“Cosa avete da perdere?” Trump ha chiesto, per il secondo giorno consecutivo, affermando che i malati terminali dovrebbero essere disposti a provare qualsiasi trattamento che abbia mostrato qualche promessa.

Quando un giornalista al briefing di domenica ha chiesto al dottor Anthony S. Fauci, direttore dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive, di approfondire l’argomento, Trump gli ha impedito di rispondere. Mentre il giornalista notava che il dottor Fauci, che era molto più scettico sul potenziale del farmaco, era l’esperto medico del presidente, Trump ha chiarito che non voleva che il dottore rispondesse.

“Sai quante volte ha risposto a quella domanda? Forse 15 volte “, ha detto il presidente, avanzando verso il leggio dove si trovava il dottor Fauci.

“Non abbiamo tempo per dire ‘Accidenti, prendiamoci un paio d’anni per testarlo’, e usciamo e testiamo con le provette e i laboratori”, ha detto Trump. “Mi piacerebbe farlo, ma oggi abbiamo persone che muoiono.”

Trump è in genere affiancato ai suoi briefing dai migliori consulenti medici, tra cui il dottor Fauci e il dott. Deborah L. Birx, il suo coordinatore del coronavirus. Ma il presidente non li fa parlare, monopolizza la scena.

Da NY Work Times del 6 aprile 2020

2020-04-06T12:21:06+00:00