Il cervello sente la mano artificiale come sua, prima volta

Per la prima volta il cervello umano è riuscito a percepire una mano artificiale come se fosse la propria, grazie ad una tecnica innovativa che lo ‘inganna’ combinando insieme la stimolazione visiva e tattile con la realtà virtuale. Il risultato, provato su due pazienti presso il Policlinico Gemelli di Roma, si deve alla collaborazione del Politecnico di Losanna e la Scuola Superiore S. Anna di Pisa, ed è descritto sul Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry.

I ricercatori hanno lavorato per riprodurre in modo simultaneo nei pazienti le sensazioni indotte dalla vista e dal tatto quando si vede e si prende un oggetto, in modo che il loro cervello finisse per sentire la protesi come se fosse sua….La notizia su ANSA>>

2018-08-15T10:24:40+00:00