Il computer batte l’uomo: riconosce il melanoma con precisione

Uno studio internazionale dimostra che l’intelligenza artificiale può essere un valido alleato nella lotta al tumore. Nel test la macchina ha ottenuto il 95% di successi, contro l’86,6% dei dermatologi nella diagnosi del melanoma

L’INTELLIGENZA artificiale batte il dermatologo. Nella scoperta di melanomi maligni, una rete neurale – un software ispirato al funzionamento del cervello umano – si è mostrata più abile di 58 dermatologi di 17 Paesi. Identificando, a partire da 100 immagini di casi dubbi, una percentuale maggiore di melanomi. Lo rivela uno studio appena pubblicato su Annals of Oncology da un team di scienziati tedeschi, francesi e americani.

UOMINI E COMPUTER
La sfida tra dermatologi e intelligenza artificiale è avvenuta in due fasi. Nella prima fase le condizioni erano di parità assoluta: sia la rete neurale che gli esperti dovevano arrivare a una diagnosi partendo soltanto da 100 immagini di sospetti melanomi. Il risultato ha evidenziato la maggiore precisione della macchina: 95% di successi, contro l’86,6% ottenuto dai dermatologi. Nella seconda fase del test, oltre alle immagini di partenza, i dermatologi potevano consultare anche informazioni cliniche associate alle foto, e ingrandimenti. Ciò ha permesso di migliorare la precisione delle diagnosi: sono stati riconosciuti infatti l’88,9% dei melanomi….Continua su Repubblica.it>>

2018-05-29T20:54:25+00:00