Il contagio cresce in Giappone: Tokyo, Chiba riportano circa 60 ulteriori casi COVID-19 ciascuno

Le infezioni da coronavirus sono salite alla cifra record di 63 in un giorno a Tokio, mentre 58 persone di una struttura assistenziale nella vicina prefettura di Chiba sono risultate positive.

Tokyo ha registrato più di 40 infezioni al giorno negli ultimi tre giorni, ma il lotto di sabato ha portato il totale a 362, la più alta di tutte le 47 prefetture.

Per prevenire un’esplosione di casi, il governatore di Tokyo Yuriko Koike ha chiesto ai residenti di rimanere a casa questo fine settimana per rallentare la diffusione del virus.

Secondo il National Cancer Center, due infermiere del National Cancer Center Hospital erano tra coloro che erano risultati positivi.

A Chiba, nel frattempo, il governatore Kensaku Morita ha annunciato che una persona ricoverata in ospedale per COVID-19 è morta venerdì e che una donna di 40 anni è stata trovata infetta sabato.

La task force del coronavirus giapponese potrebbe porre le basi per lo stato di emergenza.

I negozi di alimentari di Tokyo apriranno nel fine settimana mentre i parchi a tema e i cinema saranno chiusi.

Un’infezione di gruppo si è verificata nella struttura di Hokuso Ikusei-en nella città di Tonosho, dove le persone con disabilità si dedicano all’artigianato, all’orticoltura e ad altre attività. La struttura assistenziale ha 64 dipendenti e 70 residenti, molti con disabilità, ha dichiarato l’emittente pubblica NHK.

Nuovi casi sono stati segnalati anche in tutto il paese, tra cui due ad Okinawa, nella Prefettura, uno ad Aichi, un impiegato dell’ospedale di Gunma, un residente di Kanagawa appena tornato dalla Gran Bretagna e un residente di Ishikawa.

Da TheJapanTimes del 29 marzo 2020

2020-03-29T09:41:54+00:00