La scoperta della doppia elica del Dna compie 65 anni

Da mistero a icona pop, continua a stupire (ANSA)

Da enigmatico rompicapo della scienza a simbolo mondiale del progresso che cambia la vita, talmente ‘pop’ da finire perfino tra gli emoji dei messaggini di miliardi di smartphone nel mondo: la doppia elica del Dna continua a stupire e affascinare, anche a 65 anni dalla sua scoperta.

Era infatti il 28 febbraio 1953, quando nei laboratori di Cambridge il biologo americano James Watson e il fisico britannico Francis Crick intuirono la struttura della molecola della vita, grazie al contributo del biologo Maurice Wilkins e alle immagini ai raggi X prodotte dalla ‘dimenticata’ Rosalind Franklin.

“La doppia elica è diventata un’icona, un simbolo potentissimo della biologia e di tutta la scienza, perché in realtà nessuno si aspettava che la soluzione al rompicapo del patrimonio genetico fosse così semplice: scoprire che tutto è contenuto in un testo lineare, composto da un alfabeto di sole quattro ‘lettere’, è stato come un fulmine a ciel sereno”, ricorda il genetista Edoardo Boncinelli……

Leggi l’intero articolo su ANSA>>

Di |2018-03-01T01:59:39+00:001/3/2018|2018, Forum della Leopolda, News|