Le tecnologie 4.0 nuovo «salvavita» del sistema sanitario italiano

Molto possono fare, per contenere prospetticamente la spesa pubblica in sanità, gli investimenti in prevenzione, che genera 2,9 euro di risparmi per ogni euro investito (stime Aiom, Associazione italiana di oncologia medica). Mentre non ci sono ancora calcoli precisi sui potenziali effetti della digitalizzazione, finora materializzatasi perlopiù sul fronte dell’informatizzazione dei rapporti con il paziente, dalla Cartella clinica elettronica all’offerta dei servizi digitali ai cittadini. «Solo con l’informatizzazione – dice Nino Cartabellotta, presidente Gimbe – potremmo recuperare circa 3 miliardi di euro, facendo riferimento alla tassonomia degli sprechi da noi elaborata nella campagna #salviamoSSN, a patto però di accettare che gli investimenti in tecnologie informatiche si accompagnino a una riduzione del personale, in particolare amministrativo»….Continua su IlSole24ore>>

Di |2018-04-20T05:16:00+00:0020/4/2018|2018, News|