L’enigma dei geni improvvisi

Alcune persone diventano di colpo artisti o musicisti di talento, senza avuto alcuna formazione precedente o persino senza aver mai mostrato interesse per l’arte o la musica. E’ possibile che in tutti noi si nasconda un genio dormiente? E’ quanto cerca di scoprire chi studia questa particolarissima forma della sindrome del savant , che compare inattesa, sorprendendo anzitutto chi la vive in prima persona.

La sindrome del savant si presenta in forme diverse. Nella forma congenita, la straordinaria abilità savant affiora nella prima infanzia. Nella sindrome del savant acquisita, invece, le nuove sorprendenti abilità, in genere in musica, arte o matematica, appaiono di colpo in persone comuni dopo una lesione alla testa, un ictus o qualche altro accidente al sistema nervoso centrale (SNC), senza che in precedenza vi fosse alcun sentore di quelle abilità o interessi

Ma nella sindrome del savant improvvisa, una persona comune, che non ha quelle capacità o interessi né ha subito una lesione o altro incidente al SNC, vive una sosta di imprevista e spontanea epifania in cui gli si rivelano le regole e le complessità, per esempio, della musica, dell’arte o della matematica, e che gli dona quasi istantaneamente notevoli capacità in quel campo specifico.

Poiché non esiste una disabilità di fondo come quella che si riscontra nelle sindromi savant congenite o acquisite, per la sindrome del savant improvvisa andrebbe meglio il nome di “genio istantaneo”…..Continua su LeScienze>>

Di |2018-09-01T14:22:07+00:001/9/2018|Forum 2018, Forum della Leopolda|