Mentre la terza ondata della pandemia avanza in tutta l’Inghilterra, il governo del Regno Unito prevede di riaprire ulteriormente la nazione. Implicita in questa decisione è l’accettazione che le infezioni aumenteranno, ma che questo non ha importanza perché i vaccini hanno «rotto il legame tra infezione e mortalità».1Il 19 luglio 2021, battezzato Freedom Day, quasi tutte le restrizioni finiranno. Crediamo che questa decisione sia pericolosa e prematura.
La fine della pandemia attraverso l’immunità della popolazione richiede che una popolazione sufficiente sia immune per prevenire la crescita esponenziale di SARS-CoV-2. È improbabile che l’immunità della popolazione venga raggiunta senza livelli di vaccinazione molto più elevati di quanto ci si possa ragionevolmente aspettare entro il 19 luglio 2021.

In primo luogo, la trasmissione non attenuata colpirà in modo sproporzionato i bambini e i giovani non vaccinati che hanno già sofferto molto. I dati ufficiali del governo del Regno Unito mostrano che al 4 luglio 2021, il 51% della popolazione totale del Regno Unito è stato completamente vaccinato e il 68% è stato parzialmente vaccinato. Anche supponendo che circa il 20% delle persone non vaccinate sia protetto da una precedente infezione da SARS-CoV-2, ciò lascia ancora più di 17 milioni di persone senza protezione contro COVID-19. Dato questo, e l’elevata trasmissibilità della variante SARS-CoV-2 Delta, la crescita esponenziale probabilmente continuerà fino a quando milioni di persone saranno infettate, lasciando centinaia di migliaia di persone con malattie e disabilità a lungo termine.4 Questa strategia rischia di creare una generazione rimasta con problemi di salute cronici e disabilità, i cui impatti personali ed economici potrebbero essere avvertiti per decenni a venire.
In secondo luogo, alti tassi di trasmissione nelle scuole e nei bambini porteranno a significative interruzioni dell’istruzione, un problema non affrontato abbandonando l’isolamento dei bambini esposti .5La causa principale dell’interruzione dell’istruzione è la trasmissione, non l’isolamento. Rigide mitigazioni nelle scuole insieme a misure per mantenere bassa la trasmissione nella comunità e l’eventuale vaccinazione dei bambini garantirà che i bambini possano rimanere nelle scuole in sicurezza.6, 7, 8Questo è tanto più importante per i bambini clinicamente e socialmente vulnerabili. Lasciare che la trasmissione continui durante l’estate creerà un serbatoio di infezione, che probabilmente accelererà la diffusione quando le scuole e le università riapriranno in autunno.
Terzo, dati di modellazione preliminari suggeriscono che la strategia del governo fornisce un terreno fertile per l’emergere di varianti resistenti ai vaccini. Ciò metterebbe a rischio tutti, compresi quelli già vaccinati, nel Regno Unito e nel mondo. Sebbene i vaccini possano essere aggiornati, ciò richiede tempo e risorse, lasciando molti esposti nel frattempo. La diffusione di varianti di fuga potenzialmente più trasmissibili colpirebbe in modo sproporzionato i più svantaggiati nel nostro Paese e in altri Paesi con scarso accesso ai vaccini…

L’articolo in Inglese su The Lancet>>

#Infezione #Bambini #Persone #Popolazione #Trasmissione #Vaccinazione