Linfomi, via libera alla commercializzazione del Car-T Yescarta. «Payment at result» e 600 pazienti eleggibili l’anno

Comunicato stampa n. 591 – L’Agenzia Italiana del Farmaco ha dato il via libera alla rimborsabilità di una nuova terapia a base di cellule CAR-T (Chimeric Antigen Receptor T-cell), la seconda disponibile in Italia.

La nuova terapia, denominata Yescarta (axicabtagene ciloleucel), è indicata per il trattamento di pazienti adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B e linfoma primitivo del mediastino a grandi cellule B, entrambi recidivanti o refrattari dopo due o più linee di terapia sistemica.

L’accordo prevede una modalità di pagamento condizionato al risultato (payment at results), già utilizzata da AIFA per Kymriah, l’altra terapia CAR-T approvata lo scorso mese di agosto.

“Si tratta di un approccio moderno basato sul valore e sull’efficacia – afferma il Direttore Generale dell’AIFA Luca Li Bassi – che in questo caso prevede l’infusione a costo zero e il successivo pagamento in tranche a 6, 9 e 12 mesi, solo nel caso di esito positivo del trattamento. La conclusione di questo accordo segna un altro passo importante per la salute pubblica e per il nostro Servizio Sanitario Nazionale, oltre che una speranza di cura per i pazienti che affrontano malattie importanti”.

Pubblicato il: 13 novembre 2019

__

Firma il manifesto: Un Patto per la lotta al cancro>>https://lnkd.in/d9A_NbB

2019-11-13T19:58:18+00:00