La collaborazione tra il colosso del software e la multinazionale biofarmaceutica si affianca al progetto, tutto italiano, della Data Digital Academy

Nuova collaborazione per Ucb e Microsoft, che inaugura una strategia pluriennale per combinare i servizi computazionali, il ‘cloud’ e l’intelligenza artificiale di Microsoft con le capacità di scoperta e sviluppo di farmaci di Ucb. “Microsoft fornirà tecnologia di intelligenza artificiale e scienziati applicati per lavorare a fianco dei nostri scienziati e dei nostri professionisti, con l’obiettivo di favorire la scoperta di nuove correlazioni e modelli, fondamentali per sviluppare farmaci nuovi e altamente personalizzati – sottolinea Ucb – Alcune attività relative alla scoperta di farmaci richiedono infatti l’analisi di set di dati ad alta dimensione o informazioni multimodali non strutturate, che la piattaforma di Microsoft può supportare, consentendo così ai nostri scienziati di scoprire nuovi farmaci in modo più efficiente e innovativo”.

La collaborazione nasce a partire dal lavoro già intrapreso con Microsoft relativamente al Covid-19. Come parte del progetto ‘Covid Moonshot’, le nostre molecole e i nostri chimici computazionali hanno contribuito alla progettazione di composti con lo scopo di sviluppare un anti-virale per via orale biodisponibile per Covid-19….Leggi l’intero articolo su AdnKronos>>