Perde il braccio, controllerà la protesi con il pensiero

Innovativo intervento a Roma: trasferiti nervi dell’arto destro amputato sui muscoli del tronco

Poco più di un anno fa ha perso un braccio in un gravissimo incidente stradale. Presto Daniela (nome di fantasia), a 27 anni, avrà un arto nuovo: una protesi bionica che potrà controllare direttamente con il pensiero. La prima parte dell’intervento è stata eseguita al Policlinico Universitario Campus Bio-Medico (UCBM) da Vincenzo Denaro, professore emerito di Ortopedia e Traumatologia dell’Ateneo, con la sua équipe e da Oskar Aszmann, chirurgo viennese che ha eseguito altre operazioni dello stesso tipo. Finora Daniela aveva potuto indossare solo una protesi cosmetica, incapace di eseguire alcun movimento.

Impulsi cerebrali

Tra circa sei mesi le sarà applicata una protesi (al Centro Protesi Inail) mossa da elettrodi attivati dal muscolo grande pettorale e altri muscoli del tronco adeguatamente rieducati: la ragazza potrà così prendere e manipolare gli oggetti…Continua su Corriere.it>>

Di |2018-06-16T09:55:12+00:0016/6/2018|2018, News|