Con l’emergenza coronavirus, a Fiumicino nasce il protocollo “best practice” per difendere dal contagio i farmacisti e i clienti.

La Farmacia sociale di Isola Sacra a Fiumicino ha adottato modalità di protezione dal coronavirus, con altrettanti servizi. “L’intento – spiega il dottor Marco Tortorici, direttore tecnico della sede di Isola Sacra – è quello di migliorare le disposizioni sulla distanza di un metro l’uno dall’altro, azzerando i tempi di attesa (parto da casa, arrivo, prendo il farmaco, pago, esco e ritorno a casa), servendo i clienti direttamente all’esterno della farmacia stessa”. A questa iniziativa sono legate due App di servizio, scaricabili gratuitamente.

La prima è Ufirst, che permette ai clienti di mettersi in coda da remoto, attraverso un sistema di gestione della fila virtuale. “In sostanza prendi il numeretto da casa, e vedi la stima del tempo di attesa. A quel punto ti muovi giusto il tempo per arrivare in farmacia ed essere serviti all’esterno della stessa. Azzerando così le file e limitando il permanere, anche all’esterno, gli uni nei pressi degli altri”, spiega Tortorici.

La seconda è WhereApp, “con la quale diamo notizie utili in tempo reale, sugli orari delle farmacie di turno e notturne, permettendo così alle persone di raggiungere rapidamente la farmacia attiva senza recarsi presso un’altra sede per leggere i turni all’esterno, sia sulle ultime notizie relative al coronavirus”.

“Poi abbiamo il Farmataxi – spiega ancora Tortorici – ossia la consegna a domicilio per le categorie a ridotta mobilità (famiglie in quarantena, disabili, anziani non autosufficienti), effettuata da Croce Rossa, in collaborazione con la farmacia”. Ed ancora: il Farmabox, tramite whatsapp (329.4408504), ossia la possibilità di prendere anche in orari di chiusura, presidi medici o parafarmaci in apposite cassette di sicurezza poste all’esterno della farmacia, con un codice univoco di apertura.