Project management per migliorare il procurement ict della PA: ecco come | Agenda Digitale

Roma – Policlinico Gemelli, 4/5 luglio “Confronto Nazionale sul Software in Sanità” www.swsanita.it

” La disciplina del project management, già molto diffusa in diversi Paesi come gli Usa e anche in alcune PA centrali italiane, dovrebbe diventare una pratica comune anche nelle attività propedeutiche alla esecuzione dei contratti coi fornitori della pubblica amministrazione. Spieghiamo perché e come farlo

Le linee Guida ANAC di accompagnamento al nuovo Codice degli Appalti individuano nel RUP la figura destinata a svolgere il ruolo di project manager (con le necessarie competenze) nei contratti di fornitura di beni e/o servizi. Ma qual è il supporto che la stessa disciplina del Project Management può dare nelle attività di procurement delle forniture stesse?

Il project management a supporto delle attività di procurement

Si premette che il contesto preso a riferimento è quello del procurement ICT per la realizzazione di progetti di innovazione (tecnologica o dei processi), che richiedono un significativo sviluppo applicativo. Non si affronta quindi il caso di acquisto di beni o servizi off-the shelf per l’ICT o simili, gestibili ad esempio sulla piattaforma MEPA di CONSIP.

Inoltre, pur ipotizzando per semplicità espositiva che sia lo stesso Committente (ente fruitore) a gestire il procurement, volto all’affidamento del contratto ad un singolo Fornitore, ovviamente, il caso di una Stazione Appaltante operante per conto del Committente, per l’affidamento ad uno o più Fornitori associati (in consorzio o RTI) non cambia sostanzialmente l’essenza delle considerazioni svolte.

Non si vuole qui ripetere quanto scritto e dibattuto, anche dagli stessi autori per la Rivista “il Project Manager” sul ruolo del RUP come project manager (o comunque con adeguate competenze di project management), chiaramente stabilito dal nuovo Codice degli Appalti e dalle relative Linee Guida dell’ANAC (in particolare la n. 3). Ma invece si cerca di affermare che la stessa disciplina del project management può dare un notevole supporto affinché le attività di procurement delle forniture stesse siano svolte in modo:

  • efficiente (p.e. tempi ragionevolmente contenuti per giungere all’affidamento del contratto, magari senza proroghe);

  • efficace (p.e. scelta del fornitore più adeguato in termini di qualità/prezzo);

  • trasparente (p.e. chiarezza verso gli stakeholder delle decisioni prese), soprattutto!

Continua su Agendadigitale>>

Di |2018-04-20T08:56:05+00:0020/4/2018|2018, News|